Programmi per Creare e Modificare Icone Gratis

In questa guida proponiamo una lista dei migliori programmi per creare e modificare icone.

IcoFX è un programma di grafica che, grazie alla vasta gamma di strumenti di cui dispone, permette di disegnare icone per Windows e di creare effetti speciali, come ombreggiature, trasparenza, e sfondo. Inoltre, l’applicazione consente di aprire immagini in tutti i formati principali e di convertirle in icone di eccellente qualità soltanto effettuando qualche semplice click. Anche se oggi il programma è a pagamento, è ancora disponibile la vecchia versione 1.6.4, distribuita gratis.

programmi per creare icone

ToYcon è una programma gratuito davvero facilissimo da usare per convertire i file PNG in ICO, così che essi possano essere utilizzati tranquillamente su Windows.
Ciò perché, sebbene in internet ci siano moltissime icone gratis per personalizzare il desktop del proprio computer, queste sono spesso in formato PNG, che non può essere usato in modo diretto per le cartelle di Windows.
Questo programma supporta la funzionalità drag and drop, ovvero si devono trascinare i file da trasformare nella scatola che rappresenta la finestra del programma, e genera icone di dimensioni fino ad un massimo di 256×256 pixel ottimizzate.

programmi per convertire icone

Greenfish Icon Editor Pro è uno dei migliori programmi gratis per creare e modificare icone.
L’applicazione mete a disposizione diversi strumenti da utilizzare per disegnare icone e applicare effetti. Tra le caratteristiche più interessanti troviamo la possibilità di convertire altri formati di immagini in icone.
Il programma è disponibile per Windows, non richiede installazione e risulta essere leggero.

programmi per modificare icone

Axialis IconWorkshop è un’altra soluzione utile per chi vuole creare icone per Windows, Mac e Linux.
L’applicazione permette infatti di creare icone 256×256 per Windows, icone 1024×1024 per Mac e icone PNG per Linux.
L’interfaccia è semplice e sono disponibili tutti gli strumenti necessari per disegnare in modo preciso le icone e per modificare nel modo desiderato.
Da segnalare che il programma non è gratis, è comunque disponibile una versione di prova della durata di trenta giorni.

creare icone

Aaico è un programma per modificare icone più semplice rispetto a quelli segnalati in precedenza.
L’applicazione mette comunque a disposizione tutti gli strumenti principali necessari per modificare le icone.
Il programma è gratis e risulta essere disponibile per Windows.

modificare icone

 

Folderico è uno strumento con funzionalità diverse da quelle dei programmi segnalati in precedenza.
Cartelle personali escluse, come Documenti, Foto, Video e Musica, le icone delle cartelle in Windows sono tutte uguali e dello stesso colore. Questa applicazione consente di superare questo aspetto aggiungendo al menu contestuale di Windows la possibilità di cambiare il colore delle cartelle. Si tratta, come è evidente, di favorire il colpo d’occhio, in tale modo l’utente riesce a distinguere prima e con maggiore facilità le cartelle che si trovano nel Pc.

folderico

Icon Packager è uno dei programmi per icone per Windows più conosciuti e utilizzati.
Si tratta in pratica di una soluzione attraverso la quale è possibile cambiare tutte le icone di sistema in contemporanea, utilizzando dei pacchetti che si trovano su Internet e sono del tutto gratuiti. Icon Packager è un programma a pagamento ma risulta essere disponibile in una versione di prova gratuita che consente di valutarne le varie funzionalità per un periodo di tempo pari a 30 giorni. L’applicazione è adatta anche agli utenti meno esperti e pratici di moderne tecnologie, in quanto semplice da utilizzare, chi desidera così cambiare stile al proprio computer, si ritroverà a percorrere una strada tutta in discesa.

iconpackager
iPhile è una piccola applicazione gratuita che serve a cambiare le icone di Windows, delle cartelle e delle tipologie di file contenute nel pc, utilizzando una pratica interfaccia di cui tutti possono facilmente usufruire, anche i meno esperti. Il programma deve essere innanzitutto avviato, dopo si seleziona dal menu a tendina che si trova in alto il tipo di icone che si intende cambiare, si fa doppio click sulle icone da sostituire e si seleziona il file ICO da utilizzare come icona sostitutiva.

programmi per icone gratis

 

Come potete vedere, sostituire icone e personalizzare il proprio computer è più facile di quanto si pensi, grazie a questi programmi completi e che non richiedono grandi capacità o conoscenze in ambito informatico.
Personalizzare il Pc è quindi un’operazione semplice ed anche divertente alla portata di tutti, basta scegliere il programma giusto.

In questa lista abbiamo proposto strumenti di diverso tipo, programmi per creare e modificare icone e programmi che permettono di gestire le icone associate a file e cartelle sul proprio computer.

Come Convertire PDF in DWG

In questa guida spieghiamo come convertire PDF in DWG.

Sicuramente sapete quale risulta essere una delle attività più stressanti che possono caratterizzare una normale giornata di lavoro. L’arrivo di una mail con un allegato da dovere convertire in un altro formato per poterlo leggere. Ovviamente l’attività diventa particolarmente difficile nel caso in cui non si abbia idea di quali passi affrontare. A questo punto, però, cerchiamo di andare più nello specifico, visto che le possibilità non sono certo poche. In questo caso, dunque, proviamo a scoprire come trasformare un PDF in DWG. A dispetto delle sigle utilizzate, che per alcuni potrebbero essere più o meno misteriose, si tratta di un’attività molto semplice da realizzare, sempre che si abbiano a disposizione gli strumenti giusti.

Prima di andare nel dettaglio, però, proviamo a capire di cosa stiamo parlando. In modo particolare, proviamo a rispondere a una domanda naturale, ossia cosa sono i file PDF e DWG. Iniziamo dal PDF. Dietro questa sigla si nascondono documenti che contengono sia testo che immagini. La loro particolarità è che possono essere aperti con un numero piuttosto ampia di lettori PDF e mantenere la stessa visualizzazione, a prescindere dal sistema operativo utilizzato. Risulta essere proprio questa caratteristica a rendere i file PDF così popolari e utilizzati.

I DWG, invece, sono disegni in 2D e 3D, creati con AutoCAD. Si tratta di un programma professionale che è utilizzato con frequenza da ingegneri e architetti per creare i loro progetti. Anche in questo caso troviamo lettori DWG che possono essere utilizzati per visualizzare i file. Detto questo, e stabilite le differenze tra i due formati, vediamo come effettuare la trasformazione. Il primo passo è capire quali strumenti utilizzare per portare a termine l’operazione. I programmi consigliati sono Any PDF to DGW Converter e Adobe Illustrator.

Iniziamo proprio da Any PDF to DGW Converter. Si tratta di un programma disponibile per Windows e risulta essere a pagamento, anche se è possibile scaricare la versione di prova, valida per due settimane. In questo periodo è possibile testare le funzionalità del programma e decidere se risponde alle proprie esigenze. A questo punto, vediamo cosa fare concretamente per utilizzare Any PDF to DGW Converter. Per prima cosa bisogna recarsi sulla pagina ufficiale del software e scaricare il programma. Una volta avviato e completato il download, è la volta di seguire la procedura per installare il programma. Una volta completata l’installazione, che non differisce da quella necessaria per altri programmi, appare un’interfaccia molto semplice e essenziale. Come prima cosa bisogna cliccare su Add PDF File e selezionare il file che si vuole convertire. Ricordate che, nel caso sia necessario, il programma offre la possibilità di convertire anche un’intera cartella semplicemente selezionando Add a Folder.

convertire pdf in dwg

Prima di procedere con altri passaggi, bisogna essere certi che alla voce Output File Type sia stata selezionata l’opzione DWG. A questo punto indicate in quale cartella si desidera salvare il file e, alla fine, cliccare su Convert Now. Prima di terminare  la descrizione di questo software, non bisogna dimenticare che offre la possibilità di utilizzare anche delle opzioni più avanzate. Per esempio, è possibile selezionare quali pagine di un file PDF si desiderano trasformare in DWG.

Se non vi trovate a vostro agio con Any PDF to DGW Converter, avete la possibilità di spostare la vostra attenzione su Adobe Illustrator. Anche in questo caso avete a disposizione una scelta, ossia l’acquisto immediato o la prova gratuita per un periodo di tempo stabilito. Una volta scaricato e installato il software, è possibile iniziare a utilizzarlo cliccando semplicemente sull’icona del programma.

come convertire pdf in dwg

Anche in questo caso si aprirà un’interfaccia piuttosto semplice. Per iniziare, è necessario selezionare il menu File e poi Apri, in modo da scegliere il file PDF da convertire. Questo è caricato direttamente sulla pagina aperta. Una volta che il file è visibile, bisogna tornare ancora nel menu File, per poi cliccare su Esporta. A questo punto si deve andare sul menu a discesa posto accanto alla voce Formato presente nella finestra che viene aperta e scegliere Disegno AutoCAD tra le possibilità messe a disposizione. Per concludere, si deve selezionare la posizione dove si vuole memorizzare il file e cliccare su Esporta.

Per chi non vuole installare un programma sul computer, ma vuole convertire un PDF in DWG in modo veloce, troviamo uno strumento gratis online. Si tratta di ConvertPDFtoAutoCAD.com. Per utilizzarlo non è necessario registrarsi ma bisogna comunque fornire un indirizzo mail al quale viene inviato il file DWG ottenuto con l’operazione di conversione.

Per trasformare un file da PDF a DWG con ConvertPDFtoAutoCAD.com, basta cliccare su Browse, posizionato vicino alla scritta Please click the browser button to upload your PDF, e selezionare il file da convertire. Bisogna quindi indicare la casella di posta elettronica per l’invio del file e cliccare su Send per avviare l’operazione.

Convertire PDF in DWG è quindi semplice.

Come Rintracciare un Pacco Online

In questa guida spieghiamo come rintracciare un pacco online.

L’acquisto online è stato ormai comune. Sono finiti, infatti, i tempi in cui ci avvicinavamo con sospetto ai siti di ecommerce, con il timore di rendere noti i dati relativi le nostre carte di credito. Oggi, infatti, il problema è stato superato grazie alle carte prepagate, sempre più utilizzate proprio per gli acquisti su internet. Risolta questa questione, però, le fonti di tensioni non sono certo finite. Spesso, infatti, una volta portato a termine il proprio acquisto si rimane in attesa di vederlo arrivare a destinazione. Il fatto è che, sempre più spesso, si acquista da fornitori esteri, il che rende la spedizione una piccola incognita. Il dubbio che accompagna le notti degli acquirenti è quello relativo a se il pacco arriverà o si perderà.

Per rispondere a questi interrogativi, che possono essere anche un deterrente per eventuali acquisti, c’è la possibilità di seguire passo dopo passo il viaggio del proprio pacco. Questa possibilità è offerta da tutti i servizi postali e dai vari corrieri stando comodamente seduti a casa. Basta, ovviamente, avere a disposizione un computer e il numero del tracking abbinato alla spedizione del proprio acquisto. A questo punto lasciamo i discorsi generici e andiamo a vedere più nel particolare cosa fare, secondo la società postale scelta.

Iniziamo con Poste Italiane. Per prima cosa bisogna andare sul sito ufficiale, collegandosi poi alla sezione Posta e Pacchi. In questo modo si aprirà una pagina in cui dovrà essere inserito il codice abbinato alla spedizione che si desidera seguire nella sezione Cerca Spedizione. Nel caso, poi, si abbiano a disposizione più di un codice e, quindi, più di una spedizione, si può selezionare la voce Ricerca Multipla. Come passo successivo sarà mostrata una pagina con tutti i dati relativi al pacco desiderato. Nello specifico si tratta della data di spedizione, l’elenco dei passaggi intermedi e, nel caso sia già disponibile, anche la data di consegna. Per finire, poi, Poste Italiane mantiene il servizio attivo tutti i giorni, a qualsiasi ora.

come rintracciare spedizioni online

Un altro modo per ricevere e spedire pacchi è rappresentato dal corriere SDA. Anche in questo caso è offerta la possibilità di controllare lo stato della spedizione andando, molto semplicemente, in questa pagina sul sito ufficiale. Per ottenere le informazioni desiderate è sufficiente compilare il modulo che si trova sotto la voce Ricerca una spedizione e inviarlo. Ovviamente bisogna inserire il codice di tracciamento collegato al pacco stesso. Fatto questa semplice operazione, sarà mostrata un’altra pagina con i dati relativi la spedizione come l’accettazione, i passaggi fatti e, nel caso sia già disponibile, anche la data in cui sarà recapitato.

controllare spedizioni

Molto simile è la procedura da seguire per rintracciare un pacco spedito con Bartolini.
Basta infatti accedere a questa pagina, dove troviamo la possibilità di eseguire la ricerca di una spedizione in base a diversi tipi di dati.
Il pacco può infatti essere rintracciato con il numero di spedizione o con il riferimento del mittente.
Dopo che sono stati inseriti i dati, è possibile cliccare sul pulsante Ricerca. Viene in questo modo aperta una pagina in cui sono mostrate tutte le informazioni sulla spedizione.

spedizione online

TNT è un altro corriere molto utilizzato per le spedizioni. Anche in questo caso basta collegarsi al sito ufficiale e iniziare a seguire tutta la procedura guidata. Tenete presente che, in questo caso specifico, dovrete chiarire se volete effettuare il monitoraggio attraverso la lettura di vettura o il mittente. Stabilito questo particolare, si deve selezionare il tasto azzurro con la scritta Tracking. Nel caso, però, abbiate la necessità di controllare più spedizioni in una volta sola senza ripetere all’infinito la stessa procedura, è possibile scegliere l’opzione Effettua il tracking di più spedizioni. Una volta fatto questo, basta compilare le sezioni interessate con tutti i dati richiesti. A questo punto apparirà una pagina nuova con tutti i particolari relativi i vostri pacchi.

rintracciare spedizione

Tra i siti più utilizzati per effettuare degli acquisti troviamo sicuramente Amazon che, ormai, è sinonimo di sicurezza e affidabilità per la qualità della merce e, soprattutto per la puntualità delle spedizioni. Se, comunque, volete tenere tutto sotto controllo, sappiate che anche Amazon vi offre questa possibilità. In questo caso è sufficiente collegarsi al sito ufficiale e selezionare la voce Mio Account inserendo i propri dati di accesso. Fatto questo, basta spostarsi sulla voce I miei ordini, selezionare quello di vostro interesse e selezionare Traccia il mio pacco. Terminato questo passaggio, Amazon mostra una nuova schermata con i dati d’interesse. La caratteristica distintiva, rispetto alle altre opzioni di cui abbiamo parlato fino a questo momento, è la precisione dei dati in cui compare addirittura una descrizione della merce contenuta e inviata. Oltre, naturalmente, la data di accettazione, i passaggi intermedi e il giorno in cui dovrete farvi trovare disponibili per ricevere il tutto. Detto questo, dunque, non c’è motivo per cui avere ancora dei sospetti nei confronti dell’acquisto online che, facendo a meno di tutte le spese accessorie di un classico negozio, dimezza i costi di un prodotto, rendendo il tutto sicuramente più vantaggioso. In modo particolare, si consiglia di acquistare online soprattutto dei prodotti elettronici o per la cucina, che non richiedono alcuna attenzione per misure e taglie.

Rintracciare un pacco online è quindi semplice.

Page 1 of 57123Next »Last »