Programmi per Scrivere Musica

In questa guida mettiamo a disposizione una lista dei migliori programmi per scrivere musica.

Forse vi ricordate quando per scrivere della musica servivano essenzialmente ingegno, orecchio, un foglio di carta a pentagramma e una matita. Bene, quei tempi sono passati e nemmeno da poco. Oggi, infatti, per fermare in modo indelebile le proprie composizioni, un musicista continua ad aver bisogna delle sue conoscenze in materia di partitura, come del suo spirito creativo, ma sembra avere mandato definitivamente in archivio carta e penna a favore di più pratici e meno ingombranti programmi di scrittura musicali.

A prima vista questa tendenza moderna, volta soprattutto a risparmiare spazio fisico e a avere la possibilità di contenere il maggior numero di file senza alcun problema, può sembrare molto pratica ma, sicuramente, poco romantica, soprattutto se abbinata a un gesto puramente artistico come quello di un compositore. In realtà, però, anche se gli strumenti cambiano con il passare degli anni, questo non incide in nessun modo sulla bellezza e l’armonia senza tempo custodita all’interno di uno spartito musicale, cartaceo o telematico che sia. Anche per dimostrare questo, oltre che per offrire delle vantaggiose soluzioni a chi dedica parte della propria quotidianità alla composizione, in questa guida andremo a guardare più da vicino alcuni programmi utilizzati proprio per questo scopo.

Iniziamo questo percorso da MuseScore, una delle migliori risorse gratuite a disposizione di chi vuole scrivere musica. Ci troviamo di fronte a uno dei programmi più completi del settore, che viene spesso utilizzato in alternativa a quelli professionali. In pratica, attraverso MuseScore è possibile stampare dei fogli di musica tipografica e salvarli come file PDF o MIDI. Inoltre, cosa ancora più importante, il programma permette di lavorare su un numero infinito di pentagrammi. L’interfaccia offre il vantaggio di essere molto semplice da utilizzare, il che significa massima praticità anche per chi si avvicina a questo strumento per la prima volta, senza essere molto esperto. Per finire, poi, le note possono essere inserite attraverso l’utilizzo del mouse o la tastiera MIDI, dispone di un sequencer integrato e risulta essere disponibile per Windows, Mac e Linux.

scrivere musica

Altrettanto popolare tra i musicisti è Final Notepad. Questo programma, in particolare, offre la possibilità di creare delle orchestrazioni con un numero massimo di otto pentagrammi. Come se non bastasse, poi, permette di ascoltare le proprie creazioni, visto che mette a disposizione i suoni di 128 strumenti. Anche in questo caso le note sono inserite attraverso l’utilizzo della tastiera MIDI o il mouse. Tra le altre caratteristiche segnaliamo la presenza di spazi per inserire anche del testo e la possibilità di stampare e condividere i pentagrammi. Il programma è gratis, anche se è necessario registrare la propria copia per iniziare a utilizzarlo, e risulta essere disponibile per Windows e Mac.

programmi per scrivere musica

Se, però, si desidera il confronto con un mezzo più professionale, allora è il caso di scegliere Sibelius First. Il programma è molto popolare soprattutto grazie al suo sistema di notazione che, anche se è di alto livello, è comunque intuitivo. Molto, però, si deve anche all’interfaccia, divisa in schede, e alla possibilità di riprodurre molti strumenti musicali con una qualità molto elevata. Inoltre, l’inserimento di note può essere effettuato tramite diverse modalità, andiamo dalla scrittura attraverso uno strumento MIDI, fino alla classica trascrizione manuale o alla scansione da uno spartito già esistente. Come potete vedere, dunque, sono molte le possibilità offerte da questo programma e, anche per questo, non si tratta di un’applicazione gratis. Risulta essere vero, però, che viene messa a disposizione una versione gratuita a tempo, grazie alla quale è possibile verificare e provare tutte le sue caratteristiche per un periodo di trenta giorni. Anche in questo caso ci troviamo davanti a un programma disponibile per Windows e Mac.

programmi musica

Nel caso, però, si affronti la scrittura musicale per la prima volta e si desideri un programma più semplice, senza troppe funzionalità avanzate, allora si può fare riferimento a Musink. La sua caratteristica principale, infatti, è proprio la semplicità e l’assenza di strumenti complessi per chi è all’inizio. Grazie al suo utilizzo è possibile lavorare sulla notazione musicale utilizzando degli strumenti capaci di abbinare potenza e facilità, oltre a agire su un’interfaccia essenziale. Le sue potenzialità si concentrano in particolare sulla creazione di documenti musicali e sulla loro esportazione con il formato MIDI, oltre a condividerli online senza problema. Tenete presente che la versione base del programma è gratuita, ma è possibile accedere a una più completa a pagamento. Ovviamente, molto dipende da quali sono le vostre necessità del momento, visto che la versione pro permette anche l’importazione di file MIDI e la riproduzione di quanto realizzato.

programmi per comporre musica

Forte Free è la versione gratis di Forte Notation, uno dei strumenti più conosciuti per comporre musica.
Il programma si caratterizza un’interfaccia grafica piuttosto semplice e offre la possibilità di scrivere le note tramite il mouse.
Tra le funzionalità messe a disposizione troviamola possibilità di ascoltare la musica scritta e stampare gli spartiti.
La versione gratuita non mette a disposizione le funzionalità avanzate che troviamo in quella a pagamento, si tratta comunque di uno strumento interessante.

programmi per scrivere musica gratis

I programmi per scrivere musica sono quindi numerosi e si differenziano per le funzionalità messe a disposizione.

Come Programmare Spegnimento del Pc

In questa guida spieghiamo come programmare lo spegnimento del Pc.

Ci sono delle operazioni a cui non ci si interessa mai, pensando che non ci siano utili. Poi, però, può capitare che all’improvviso si abbia bisogno di quelle conoscenze particolari e ci si trova con l’esigenza di apprenderle al più presto per facilitare il lavoro. Una di queste potrebbe essere il modo in cui programmare lo spegnimento del proprio Pc. Infatti, per motivi vari, si potrebbe avere bisogno di fare funzionare il proprio computer per parte della notte per poi spegnerlo in un’ora precisa. A questo punto, vediamo come evitare di doversi alzare nella notte.

La prima soluzione consiste nell’utilizzare un programma per spegnere il Pc.

Tra le diverse soluzioni presenti in rete, una delle migliori è sicuramente rappresentata da PowerOff, un’applicazione gratis che permette di spegnere il computer a un orario preciso. Per prima cosa, ovviamente, bisogna scaricare il programma e avviarlo. Fatto questo e arrivati nella finestra principale, si deve selezionare l’opzione Local Computer dal riquadro Select Computer. Per continuare, poi, bisogna selezionare il comando Shutdown nel riquadro Action, facendo attenzione a un particolare, ossia che l’opzione Force application to close sia selezionata.

come programmare spegnimento pc

L’ultimo passo da compiere per ottenere l’effetto desiderato, ossia lo spegnimento programmato del proprio computer, è impostare l’ora desiderata. Per riuscirci basta andare nel riquadro When, scegliere l’opzione Scheduled e premere il pulsante Schedule. A questo punto si aprirà una finestra in cui è possibile inserire l’orario e il giorno desiderati. Come azione finale si deve cliccare per due volte su Ok. Il primo lo trovate nella schermata di programmazione, mentre il secondo si trova nella finestra principale del programma. Terminate queste poche fasi, troverete PowerOff direttamente nella barra di sistema vicino all’orologio, dove potrete riconoscerlo grazie alla sua icona.

PowerOff può essere utilizzato anche per mettere in standby o riavviare il computer, oltre che per disconnettere da Windows l’utente che lo sta utilizzando, tutte queste operazioni sono infatti disponibili nel riquadro Action e possono essere utilizzate al posto dello spegnimento.

Inoltre, grazie a questo strumento è possibile anche effettuare lo spegnimento del proprio Pc dopo che è stato chiuso un determinato programma. La procedura è altrettanto breve e semplice come quella per la programmazione dello spegnimento. Infatti, basta andare nel riquadro When, selezionare l’opzione After a process stop e cliccare il pulsante Process. Arrivati a questo punto, viene aperta una finestra in cui è necessario selezionare il processo desiderato.

Lo spegnimento del Pc può anche essere programmato senza installare programmi utilizzando lo strumento Utilità di pianificazione, incluso con il sistema operativo. Vediamo più nel dettaglio come funziona.

Per iniziare, è necessario creare un file con il comando di spegnimento.
Per fare questo creiamo un nuovo file di testo e inseriamo al suo interno il comando Shutdown, tramite il quale viene effettuato lo spegnimento del Pc.
Per esempio, all’interno del file possiamo inserire il seguente testo.

shutdown -s -t 10 -f

L’opzione -s indica che il computer deve essere spento.
L’opzione -t 10 specifica che lo spegnimento deve avvenire dopo dieci secondi.
L’opzione -f forza invece la chiusura di tutte le applicazioni in esecuzione.

A questo punto possiamo salvare il file sul disco C: nominandolo Shutdown e cambiando poi la sua estensione da Txt a Bat.

Una volta fatto questo, bisogna digitare Utilità di pianificazione nel modulo di ricerca di Windows e cliccare sul risultato mostrato.
Dopo che lo strumento è stato avviato, bisogna cliccare su Crea attività di base.

spegnimento

Viene in questo modo aperta la finestra Creazione guidata attività di base.
Nella prima pagina bisogna inserire il nome che si vuole dare all’attività e specificare una descrizione.
Una volta fatto questo è possibile cliccare su Avanti.

programmare spegnimento

Nella finestra successiva è possibile specificare quando si vuole avviare l’attività.
Risulta essere quindi possibile se si vuole programmare lo spegnimento ogni giorno, periodicamente, al verificarsi di determinati eventi o una sola volta. Una volta effettuata la scelta bisogna cliccare su Avanti.

come programmare spegnimento del pc

Se si scegliere l’opzione Una sola volta, è necessario indicare il giorno e l’ora in cui si vuole che venga effettuato lo spegnimento. Una volta fatto questo è possibile cliccare su Avanti.

Nella finestra successiva è necessario scegliere l’azione da eseguire.  Bisogna quindi scegliere l’opzione Avvia Programma, cliccare su Avanti, premere il pulsante Sfoglia e selezionare il file creato in precedenza.

programmazione spegnimento del pc

Per concludere bisogna cliccare Avanti e poi Fine.

Programmare lo spegnimento del Pc risulta essere quindi un’operazione semplice e veloce.

File SRT – Cosa Sono, Come Aprirli, Come Crearli e Come Modificarli

In questa guida spieghiamo cosa sono i file SRT e vediamo come aprirli, crearli e modificarli.

Se siete appassionati di serie tv straniere e non potete aspettare per vedere l’ultima puntata, ma non avere una conoscenza perfetta della lingua inglese, dovreste avere una buona familiarità con i programmi per vedere i sottotitoli. I file che contengono i sottotitoli sono realizzati in vari formati, tra i più utilizzati troviamo i file SRT.

file srt

Cosa Sono i File SRT

La struttura dei file SRT è piuttosto semplice.
Al loro interno troviamo sia il testo che il minuto in cui questo deve essere visualizzato per combaciare alla perfezione con il filmato interessato.

Prima di tutto, rispondiamo a un interrogativo legittimo riguardo la lingua in cui sono stati scritti. Questa è facilmente deducibile osservando il nome che, il più delle volte contiene il titolo del film o della serie tv più la lingua in cui sono stati realizzati. Nello specifico è possibile trovarsi di fronte a una dicitura del genere, nomefilm.eng.srt o nomefilm.ita.srt. Ovviamente, trattandosi di un file di testo, è possibile leggerlo con qualsiasi editor di testo. Il loro fine, però, è di accompagnare un determinato filmato, ossia essere visualizzati in contemporanea con le immagini. Per fare questo dobbiamo utilizzare un lettore multimediale in grado di supportare questo formato.

Cosa Aprire i File SRT

Nel caso specifico dei file SRT, ci troviamo di fronte a un formato piuttosto comune e questo significa che sono supportati da molti lettori multimediali. In parole povere, leggere un file di questo tipo non è certo una missione impossibile.

Tra tutti i lettori multimediali, uno dei più utilizzati è sicuramente VLC. Questo per varie ragioni, la prima è la semplicità del suo funzionamento, che non richiede una grande conoscenza informatica. Inoltre, a fare ulteriormente la differenza rispetto a altri lettori multimediali, è la sua adattabilità, visto che è possibile utilizzarlo su Windows, Mac e Linux. Guardiamo nel dettaglio come utilizzarlo per aprire un file SRT. La prima cosa da fare, ovviamente, è quella di scaricare il programma sul proprio computer. Portata a termine l’installazione, avviamo VLC. Terminata anche questa semplice operazione, si deve accedere al menu Video per poi cliccare su Traccia Sottotitoli e su Apri File. Dopo avere portato a termine queste semplici operazioni, si aprirà una nuova finestra in cui bisogna selezionare il file SRT da aprire. In questo modo i sottotitoli desiderati si dovrebbero aprire in modo automatico. Nel caso in cui, però, questo non accada, basta tornare indietro al menu Video e selezionare Traccia Sottotitoli in cui rintracciare il file desiderato.

come aprire file srt

Come Creare e Modificare i File SRT

Nel caso in cui, però, abbiate la necessità di creare o modificare file SRT, allora dovete optare per un programma dalle funzionalità completamente diverse. Tra i più interessanti c’è sicuramente Subtitle Workshop. Si tratta di un programma gratis che supporta tutti i principali formati di sottotitoli, come Ass, Aqt, Dks, Scr, Sub e Srt e che risulta essere piuttosto semplice da utilizzare.
Tra le funzionalità segnaliamo la possibilità di vedere un’anteprima dei video con i sottotitoli, sincronizzare il testo con l’audio del video e gestire la formattazione dei sottotitoli, utilizzando grassetto, corsivo e sottolineato.
Tra le altre caratteristiche segnaliamo la presenza di un correttore ortografico e la possibilità di gestire sia sottotitoli basati sul tempo che sui frame.
Il programma è disponibile per Windows.

come modificare file srt

SubtitleCreator è un altro strumento utile per creare e modificare i sottotitoli.
Anche in questo caso il funzionamento è molto semplice, basta infatti caricare il video e aggiungere il file dei sottotitoli in uno dei formati supportati, tra cui troviamo i file SRT.
All’interno dell’interfaccia del programma vengono quindi visualizzate le immagini del video con i relativi sottotitoli, che possono essere sincronizzati nel modo desiderato.
Il programma permette poi di personalizzare i sottotitoli, scegliendo tipo di carattere, colore e posizione in cui devono comparire.

come creare file srt

I file SRT sono quindi molto semplici da aprire e modificare.

Page 1 of 54123Next »Last »