Programmi di Scrittura Gratis – Migliori Alternative a Word

In questa guida proponiamo una lista di programmi di scrittura gratis da utilizzare come alternativa a Word.

Quando si compra un computer, c’è una funzionalità che, rispetto a tutte le altre, è fondamentale. Stiamo parlando del programma di scrittura, mezzo necessario qualunque sia l’uso che si decide fare del proprio Pc. Per questo motivo, molto spesso, questo viene venduto con la possibilità di provare per un tempo definito la versione di Microsoft Office. Quando il periodo di prova scade e il programma non offre più la possibilità di essere utilizzata, sono disponibili alcune soluzioni definitive e gratuite.

Scopo di questa guida, dunque, è proprio quello di condurvi attraverso questi programmi di scrittura, gratis e molto efficienti.

Una delle migliori a Word è rappresentata da LibreOffice. Come abbiamo già accennato, si tratta di una suite completamente gratuita che presenta il vantaggio di essere compatibile con i file già creati da Microsoft Office. Il programma per scrittura contenuto si chiama Writer e si caratterizza per un’interfaccia molto semplice.
Le funzionalità messe a disposizione sono simili a quelle di Word, troviamo quindi opzioni per inserire immagini, grafici e tabelle, strumenti per la correzione del testo, numerose estensioni da scaricare e installare e varie opzioni per impostare la formattazione del testo nel modo preferito. Da segnalare la possibilità di scaricare e utilizzare anche una versione che non richiede l’installazione. Questo significa che il programma può essere custodito e conservato in un hard disk esterno o in una comoda chiavetta USB. Si tratta, effettivamente, di un’opzione importante visto che può evitare di installare LibreOffice sul PC, lasciando libero lo spazio. Per finire il programma è disponibile in molte lingue e risulta essere compatibile con i sistemi operativi Windows, Mac OS X e Linux.

programmi per scrittura gratis

Impossibile, a questo punto, non considerare anche OpenOffice, applicazione su cui si basa LibreOffice. Il programma è sviluppato dall’Apache Software Foundation che, anche per questa suite, ha realizzato una pratica versione che non richiede l’installazione. A suo svantaggio, però, c’è un elemento, ossia OpenOffice non è aggiornato tanto spesso quanto accade con LibreOffice. Fatta eccezione per questo particolare, però, rimane comunque un’alternativa gratuita assolutamente valida a Microsoft Office. Ovviamente il programma è disponibile per privati e aziende e risulta essere compatibile con i sistemi operativi Windows, Mac OS X e Linux.

openoffice

Abiword è una soluzione interessante per chi cerca un programma di scrittura semplice e leggero.
L’interfaccia è simile a quella presente nelle versioni meno recenti di Word e risultano essere disponibili le funzionalità base per la scrittura, come le opzioni per impostare margini, creare tabelle e liste, impostare lo stile del testo. Non sono invece presenti funzionalità più avanzate, come quelle che è possibile trovare nelle applicazioni segnalate in precedenza.
Il programma è disponibile in italiano per Windows, Mac e Linux.

abiword

Tra i migliori programmi di scrittura bisogna considerare anche Kingsoft Office, visto che offre una delle migliori compatibilità con i file creati attraverso la classica suite della Microsoft. Tuttavia, la versione gratuita di Kingsoft Office, include solamente Writer, ossia il programma di scrittura, Spreadsheets, che rappresenta un’altervativa a Excel, e Presentation, alternativa a PowerPoint. Oltre a essere disponibile per Windows, come gli altri programmi di scrittura considerati fino a questo punto, Kingsoft Office è disponibile gratuitamente anche per Linux.

programmi per scrivere gratis

Per chi utilizza Windows e non ha particolari esigenze, la soluzione è già messa a disposizione dal sistema operativo, Microsoft WordPad. Si tratta di un’applicazione per scrivere molto semplice, ma che è stata migliorata nelle ultime versioni.
Le funzionalità, come detto in precedenza, non sono particolarmente avanzate, troviamo però strumenti per la formattazione del testo e opzioni per l’inserimento di grafici e immagini.

alternative word

FocusWriter è un programma disponibile per Windows, Mac e Linux che si caratterizza per un’interfaccia piuttosto originale.
L’obiettivo dell’applicazione è infatti quello di permettere all’utente di dedicare la propria attenzione al testo che sta scrivendo. Per questo motivo l’area di lavoro viene visualizzata a schermo intero e gli strumenti e le opzioni vengono nascosti in una barra presente nella parte bassa.
Le funzionalità messe a disposizione non sono particolarmente avanzate ma si tratta comunque di un programma interessante.

programmi scrittura

WordGraph è un altro programma che ha nella leggerezza la caratteristica principale.
Nonostante l’interfaccia non sia particolarmente avanzata, le funzionalità messe a disposizione sono interessanti.
L’applicazione dispone infatti di molte opzioni per la formattazione del testo, offre la possibilità di inserire grafici e tabelle e mette a disposizione un correttore automatico per il testo.

scrittura

Abbiamo segnalato diversi programmi di scrittura, in rete sono però disponibili anche alcuni strumenti online molto interessanti, da utilizzare tramite il browser.
Tra questi Google Docs è sicuramente il più conosciuto.
L’applicazione mette a disposizione funzionalità base come opzioni per formattare il testo, creare liste e inserire immagini e tabelle.
Il vantaggio di uno strumento di questo tipo è rappresentato dalla possibilità di accedere ai documenti da qualsiasi computer e di poterli quindi modificare in modo semplice.

alternative a word gratis

Le alternative a Microsoft Word, per chi cerca un programma di scrittura gratis, sono quindi piuttosto numerose. Sicuramente LibreOffice rappresenta la soluzione più interessante per chi cerca uno strumento che offre funzionalità avanzate e che garantisca una buona compatibilità relativamente ai file.

Come Cambiare Lingua in Firefox

In questa guida spieghiamo come cambiare lingua in Firefox.

Se le lingue straniere sono la vostra ossessione, in positivo o in negativo, sappiate che c’è un modo per cambiare la lingua dell’ultima versione di Firefox che avete scaricato sul vostro computer. Questo significa che, se per sbaglio, vi trovate con una versione in inglese senza conoscere una sola parola o, al contrario, volete passare dall’italiano a un’altra lingua per motivi di studio, è possibile eseguire il cambiamento senza troppi problemi. Infatti, è possibile cambiare la lingua su Firefox scaricando i pacchetti di traduzione ufficiale disponibile sul sito Mozilla e configurando il proprio browser con la lingua che si preferisce.

Come abbiamo già detto, l’operazione è molto semplice e richiede veramente pochi secondi per ottenere il risultato desiderato, e, cosa ancora più importante, tutto questo non comporta la rimozione dei dati già memorizzati. In breve, questo significa che che alcuni elementi, come preferiti, cronologia e componenti aggiuntivi, rimarranno esattamente al loro posto come sono stati lasciati prima del cambiamento linguistico. Inoltre, è possibile anche installare dei dizionari aggiuntivi, in altre lingue, utili soprattutto per il correttore ortografico integrato nel programma.

A questo punto andiamo a vedere nel dettaglio come procedere. Il primo passo che si deve compiere è installare language pack necessario a tradurre Firefox nella lingua desiderata più, se si desidera, il dizionario per il controllo ortografico. Per portare a termine questo passaggio è sufficiente collegarsi al sito internet di Mozilla, scegliere la lingua in cui si vuole tradurre il browser e cliccare sull’opzione Install Language Pack corrispondente a questa. Fatto questo, si aprirà una pagina in cui dovranno essere cliccati una serie di pulsanti in sequenza, Add to Firefox e Installa adesso.

come cambiare lingua in firefox

Se si desidera installare anche il dizionario per il controllo ortografico, basta tornare sulla pagina in cui sono elencati tutti i pacchetti di traduzione e cliccare prima sulla voce Install dictionary, sempre tenendo conto della lingua che si vuole installare nel controllore ortografico di Firefox, e poi sui pulsanti Add to Firefox e Installa adesso. A questo punto, però, vi trovate in una situazione particolare. Ossia avete installato il pacchetto di traduzione e, in occasione anche il dizionario per il controllo ortografico, ma non sapete ancora come cambiare in pratica la lingua su Firefox. Quello che si deve fare è installare Locale Switcher. Si tratta di un’estensione gratuita che aggiunge un menu per la selezione della lingua in Firefox, permettendo di cambiarla a piacimento con un semplice click.

Per installare questo programma ci si deve collegare alla pagina indicata in precedenza, cliccando prima su Add to Firefox e poi su Installa adesso e Riavvia adesso. Dopo il riavvio, sarà visibile un menu a tendina in alto a destra. Tramite questo è possibile selezionare la lingua in cui si vuole tradurre Firefox, per poi chiudere il programma e riavviarlo. Al nuovo avvio, l’interfaccia del software sarà nella lingua desiderata. Per impostare la lingua del correttore ortografico, invece, si deve cliccare con il tasto destro del mouse in un campo di testo in cui è attiva questa funzione, per esempio un campo di testo, per poi andare sulla voce Lingue e selezionare la lingua desiderata dal menu che compare.

Cambiare lingua in Firefox risulta essere quindi un’operazione semplice e veloce.

Come Esportare Preferiti da Firefox

In questa guida spieghiamo come esportare i preferiti da Firefox.

C’è un evento che rappresenta un vero e proprio problema per ogni utente della rete e che può rovinare irrimediabilmente la sua giornata. Si tratta della perdita di tutti i preferiti memorizzati in un browser durante mesi, se non anni di costante utilizzo. A questo punto, sorge una domanda, nel caso in cui si decida di abbandonare l’utilizzo di un browser per passare a un altro più utile ed efficiente per le proprie necessità, cosa risulta essere opportuno fare per non affrontare questa eventualità. Iniziamo con il dire che esistono delle soluzioni piuttosto semplici applicabili a ogni caso particolare. In questo articolo, però, ci concentreremo nello specifico su Firefox, per cercare di dare un aiuto a tutti quelli che, insoddisfatti della sua funzionalità o semplicemente desiderosi di novità, hanno deciso di abbandonare il browser di Mozilla per passare a Internet Explorer o provare Google Chrome.

A venirci in aiuto è lo stesso Firefox. Infatti, questo permette, attraverso una funzionalità integrata nel programma, di salvare tutti i segnalibri in un file HTML. Questo significa che, a disposizione dell’utente viene messo un file facilmente importabile in qualsiasi browser. In sintesi, grazie a questo particolare non da poco, è permesso riavere subito i propri siti preferiti a portata di click. Ovviamente ci sono dei passi da dovere compiere che vedremo nel dettaglio proprio all’interno dell’articolo.

Iniziamo con l’aprire Firefox cliccando sulla sua icona presente sul desktop o nel menu di avvio di Windows. Fatto questo, cliccate sul pulsante arancione Firefox, collocato in alto a sinistra, e selezionate la voce SegnalibriVisualizza tutti i segnalibri dal menu che compare.

come esportare preferiti da firefox

Nella finestra che si apre bisogna cliccare sul pulsante Importa e salva e selezionare l’opzione Esporta segnalibri in HTML dal menu che compare. A questo punto, indicate la cartella in cui desiderate salvare il file HTML con i segnalibri. Per concludere il procedimento, basta solo cliccare il pulsante Salva. In questo modo avete portato a termine un procedimento fondamentale per salvare i dati che vi interessano, ossia avete esportato i preferiti di Firefox. Il passo successivo è altrettanto importante, visto che si deve fare luce sul procedimento necessario per importarli nel nuovo browser scelto. Essenziale, dunque, è fare una distinzione a seconda che si scelga di utilizzare Internet Explorer o Google Chrome.

el caso in cui si utilizzi Internet Explorer, si deve cliccare prima sull’icona a forma di stella, che potete trovare in alto a destra, poi sulla freccia collocata accanto al pulsante Aggiungi a Preferiti.

preferiti chrome

Una volta fatto questo, bisogna selezionare la voce Importa e Esporta dal menu che compare. Poi, nella finestra che si apre, bisogna mettere il segno di spunta accanto alla voce Importa da un file, cliccare su Avanti e mettere il segno di spunta accanto alla voce Preferiti.

esportare preferiti chrome online

A questo punto si è quasi arrivati alla fine dal procedimento. Per concludere l’operazione, infatti, bisognerà cliccare ancora su Avanti e selezionare il file HTML esportato da Firefox cliccando sul pulsante Sfoglia. Per concludere basta selezionare la cartella in cui si vogliono importare i preferiti e cliccare sul pulsante Importa per concludere l’operazione e considerata definita l’operazione.

Nel caso, invece, si decida di utilizzare Chrome, la procedura è ancora più semplice. Infatti, è possibile importare i segnalibri di Firefox avviando semplicemente il browser, cliccando sull’icona che si trova in alto a destra e selezionando la voce PreferitiImporta preferiti e impostazioni dal menu che compare.

importare preferiti

Nella pagina che si apre, selezionate Mozilla Firefox dal menu a tendina, mettete il segno di spunta solo accanto alla voce Preferiti e cliccate sul pulsante Importa per completare l’operazione. A questo punto, avrete tutti i vostri preferiti a disposizione sul nuovo browser.

Esportare i preferiti da Firefox risulta essere quindi un’operazione piuttosto semplice e veloce.

Page 1 of 52123Next »Last »