Programmi per Comprimere Video

In questa guida proponiamo una lista dei migliori programmi per comprimere video, strumenti molto richiesti, visto che dei video di ridotte dimensioni possono essere condivisi velocemente in rete. Immagina infatti di volere condividere un video di grandi dimensioni con i tuoi amici o trasferire un filmato dal Pc al tablet per vederlo anche in viaggio. Un’operazione oggi divenuta semplice e veloce grazie ai tantissimi programmi per comprimere video presenti in rete, software di semplice utilizzo, adatti quindi agli utenti non esperti, che permettono di ottenere un file di dimensioni ridotte rispetto a quello originario.

Avidemux è un software gratuito e open source particolarmente apprezzato da tutti gli appassionati di video editing. Un software tanto semplice da usare quanto potente e completo, visto che consente di modificare rapidamente tutti i maggiori formati di file video e salvarli senza ricompressione, in modalità diretta, o tramite elaborazione completa. Avidemux comprende una vasta gamma di filtri per ridurre le dimensioni dei video, aggiungere effetti speciali, rimuovere difetti visivi. Il programma, disponibile per Windows, Mac e Linux vanta un’interfaccia utente molto intuitiva, pertanto montare, tagliare, comprimere e convertire video da un formato all’altro è semplice e immediato.
Vediamo la procedura da seguire per comprimere un video con Avidemux.
-Accedere al menu FileApri e selezionare il video da comprimere.
-Nel menu che si trova nella parte sinistra della finestra selezionare MPEG-4 ASP in Video, MP3 in Audio e Avi in Formato.
-Cliccare il pulsante Configura che si trova sotto al menu per la scelta del codec video.
-Selezionare Due passate in Modalità di codifica e indicare la dimensione che deve avere il video dopo la compressione in Dimensione. Risulta essere importante ricordare che il valore che viene impostato in questo menu non tiene conto della dimensione audio, il file ottenuto avrà quindi una dimensione maggiore di qualche decina di MB.
-Salvare il nuovo video.

avidemux

Un altro programma che può essere utilizzato per comprimere video è VirtualDub, uno strumento completo e professionale.
In questo caso, prima di comprimere i video, bisogna installare i codec che servono per eseguire l’operazione, come MP3 Lamee Xvid.
Una volta fatto questo, bisogna effettuare le seguenti operazioni.
-Accedere al menu FileOpen video file e selezionare il file avi da comprimere dal proprio computer.
-Scegliere l’opzione Full processing mode nel menu Video in modo da segnalare che bisogna riprocessare il flusso video.
-Cliccare Compression nel menu Video. Una volta fatto questo, viene aperta una nuova finestra in cui sono mostrati tutti i codec di compressione video installati sul computer. Selezionare Xvid e cliccare il pulsante Configure.
-In questo modo viene visualizzato il pannello di configurazione di Xvid. Cliccare il pulsante Target quantizer che diventa in questo modo Target bitrate.
-Cliccare il pulsante calc.
-Viene aperta la calcolatrice di bitrate tramite cui è possibile calcolare il valore del bitrate da impostare per ottenere il file della dimensione desiderata. Bisogna quindi impostare la dimensione che si vuole ottenere in Target size, la durata del video, il framerate e il formato audio. In Average bitrate viene visualizzato il bitrate da utilizzare. Cliccare Ok per chiudere alla finestra e tornare a quella precedente.
-Il valore calcolato in precedenza viene impostato automaticamente. Cliccare Ok per uscire dalla configurazione di Xvid.
-Cliccare Ok per confermare la scelta del codec.
-Accedere al menu Audio di VirtualDub e selezionare Full processing mode.
-Accedere nuovamente al menu Audio e selezionare Compression. Come spiegato in precedenza per il video, viene mostrata una finestra con tutti i codec di compressione audio installati sul computer. Selezionare Lame MP3 nel menu di sinistra e il formato nel menu di destra. La frequenza che si sceglie nel menu di destra deve essere la stessa dell’audio di origine, il bitrate può invece essere scelto in base alla qualità e alla dimensione che si vuole ottenere.
-Dopo che è stato configurato il codec Audio, è possibile avviare la compressione del video. Per fare questo bisogna accedere al menu File di VirtualDub e scegliere l’opzione Save as Avi.
VirtualDub è sicuramente più complesso rispetto a altri programmi, permette però di impostare la compressione in modo dettagliato.

virtualdub

Format Factory risulta essere decisamente più semplice da utilizzare. Vediamo la procedura da seguire per comprimere i video.
-Una volta avviato il programma, bisogna scegliere il formato che si vuole ottenere con l’operazione cliccando su Tutti verso Avi nel menu presente nella parte sinistra.
-A questo punto è possibile cliccare su Aggiungi File e scegliere il video da comprimere presente sul computer.
-Cliccare su Impostazioni Destinazione per visualizzare la finestra Impostazioni Video.
-Nella finestra Impostazioni Video è presente un menu che permette di impostare velocemente la qualità la dimensione del video che si ottiene con la compressione. Le opzioni a disposizione sono Qualità e dimensione Alta, Qualità e dimensione Media e Qualità e dimensione Bassa.
-Nel caso in cui il video ottenuto selezionando l’opzione Qualità e dimensione Bassa sia troppo grande, risulta essere possibile intervenire manualmente modificando i parametri presenti nella finestra Impostazioni video. Le opzioni che influiscono maggiormente sulla dimensione del video sono Bitrate video, FPS e Bitrate audio.
-Una volta completata la configurazione è possibile cliccare Ok e avviare l’operazione cliccando su Vai.

comprimere-video

Free Media Converter è un altro strumento che permette di comprimere video in modo veloce.
Vediamo più nel dettaglio la procedura da seguire.
-Cliccare il pulsante Add File e scegliere i file da convertire dal proprio computer.
-Cliccare sul menu Profile, che si trova in basso al centro, e scegliere il dispositivo per il quale si desidera ottimizzare il video.
In alternativa è possibile selezionare dal menu un formato, come Avi e Mp4, e configurare alcuni parametri per definire la qualità.
In particolare nel campo Video Resolution è possibile specificare bitrate e frame rate.
-Cliccare il pulsante vicino a Folder e selezionare la cartella in cui si desidera salvare il nuovo video.
-Cliccare Convert per avviare l’operazione.

compressione-video

Handbrake è tra i migliori programmi per comprimere video. Un software gratuito e open source che permette la compressione e la conversione video in numerosi formati di file ottimizzati per il PC, iPad, iPhone ed iPod. Questo software è estremamente semplice da utilizzare, è sufficiente selezionare video di origine e formato di destinazione prima di dare inizio alla conversione. Il programma supporta pure la conversione dei DVD in file .mp4 o .mkv con una qualità elevatissima nonostante le dimensioni ridotte. Come se non bastasse comprende anche una gamma di parametri personalizzabili. Opzione particolarmente gradita agli utenti più esperti.
Il programma è disponibile per Windows, Mac e Linux

handbrake

Freemake Video Converter è un eccellente software gratuito per comprimere video. Inoltre consente di convertire i file tra loro file nei formati MP4, AVI, WMV, 3GP e MKV.
Inoltre, con Freemake Video Converter è possibile generare filmati di dimensioni ridotte per smartphone e tablet.
Supporta anche la conversione dei video YouTube e offre l’opportunità di personalizzare facilmente i diversi formati video di output.
Molto interessante risulta essere l’editor video incluso, con cui è possibile fare piccole modifiche come unire e tagliare i video.
Il programma è disponibile esclusivamente per Windows.

come-comprimere-video-gratis

Koyote Free Video Converter consente di comprimere e convertire i maggiori formati di file come MP4, AVI e 3GP.
Tra l’altro permette di visualizzare l’anteprima dei filmati da convertire e modificarli rapidamente e di estrapolare l’audio dai video salvandolo in formato WMA, MP3 o AAC.
Numerose sono le impostazioni predefinite disponibili, troviamo infatti configurazioni per i dispositivi più diffusi come smartphone e tablet.
Le opzioni avanzate non sono invece molte, è possibile solo modificare le impostazioni base, come codec, risoluzione, frame rate e bit rate.

programmi-per-comprimere-video

I programmi per comprimere video sono quindi numerosi e si differenziano per funzionalità e semplicità di utilizzo. Il consiglio è di provare gli strumenti indicati in modo da individuare il più adatto per le proprie esigenze.

Migliori Programmi per Impaginare

In questa guida mettiamo a disposizione una lista dei migliori programmi per impaginare.

I programmi per l’impaginazione oggi disponibili sono in grado di rispondere a qualsiasi esigenza degli utenti, alcuni sono professionali, consentono risultati impeccabili e vanno per la maggiore, ma troviamo anche strumenti gratis, altrettanto validi e fruibili.

Questa guida è dedicata, per l’appunto, ai programmi di impaginazione disponibili in rete, relativamente ai quali faremo una rapida ma esaustiva carrellata al fine di indirizzarvi al meglio nei confronti di quello più adatto per voi.

InDesign è uno dei migliori software professionali per impaginare e uno tra i più utilizzati in assoluto.
Si tratta di un sistema davvero ottimo per impaginare ogni tipo di prodotto editoriale, compresi libri, giornali e riviste.
Risulta essere dotato di supporto multilingua, di gestione avanzata di caratteri OpenType e permette di gestire effetti di trasparenza oltre aavere una forte integrazione con tutti gli altri prodotti che, come InDesign, sono di Adobe.
InDesign è un programma con funzionalità davvero molto avanzate, soprattutto nelle ultime versioni.
Fino a qualche tempo fa criticato per il costo giudicato eccessivo, oggi viene venduto in abbonamento con canone mensile attivabile tramite account Adobe e con l’affitto delle licenze a seconda delle versioni disponibili.
In realtà qualche svantaggio è presente.
Due in particolare, si tratta di un programma alquanto pesante e che comporta un dispendio notevole di risorse del Pc e risulta essere troppo complesso per essere usato da principianti e poco esperti, per i quali è certamente più indicato utilizzare un programma più semplice.

programmi-per-impaginare-gratis

QuarkXpress è un buon programma per impaginare, disponibile per Windows e Mac.
Si tratta di un programma con molte funzioni, preciso e di elevata produttività, ma con due limiti principali, ovvero i costi alti e gli intervalli troppo lunghi tra una versione e l’altra. Tra le caratteristiche più interessanti bisogna invece segnalare la presenza di numerosi moduli aggiuntivi con cui espandere le funzionalità, la stabilità dell’applicazione e le funzionalità di scripting molto avanzate.

quarkx

Scribus è considerato l’alternativa migliore gratis ai software a pagamento.
I grandi vantaggi di Scribus sono la facilità di utilizzo, le numerose funzionalità e l’approccio professionale all’impaginazione, caratteristiche che lo rendono adatto anche a chi non ha particolari conoscenze tecniche.
Con Scribus è possibile realizzare moltissime cose, volantini, poster, piccoli quotidiani, newsletter, presentazioni in PDF animate ed interattive e persino libri.
Insomma Scribus è davvero uno dei migliori programmi di impaginazione, a cui si possono fare solo, volendo essere pignoli, un paio di appunti, ovvero la poca cura dell’interfaccia e il sistema troppo severo con i font, visto che tutti quelli corrotti o non validi vengono disattivati in modo automatico.

scribus

Un’altra soluzione interessante è rappresentata da LaTex. Chiariamo subito che questo strumento per impaginare presenta solo uno svantaggio, che consiste in una sua generale complessità e nello sforzo iniziale da mettere in conto per impararne bene il meccanismo, ma va detto che LaTex ripaga poi ampiamente tutto ciò con i risultati.
LaTex è un limguaggio di programmazione per impaginare che si basa sul programma di composizione tipografica Tex.
Nonostante le molte spiegazioni e guide che è possibile trovare in rete, LaTex non è facilissimo da utilizzare.
Insomma, per entrare perfettamente negli ingranaggi di LaTex ci vuole tempo ma i risultati che si possono ottenere sono davvero di ottima qualità.
Il sistema è multipiattaforma, disponibile per Windows, Mac e Linux, e applicabile ad ogni tipo di documento, molto utilizzato in ambito accademico, è perfetto per l’impaginazione delle formule matematiche.

latex

Microsoft Word è senza dubbio il più famoso e utilizzato programma di videoscrittura del web.
Risulta essere disponibile sia per Windows che per Mac.
Per uso privato e professionale, con Word è possibile creare e impaginare qualsiasi tipo di testo.
Il programma, pur completo e multifunzione, non richiede particolari conoscenze tecniche per essere usato, in quanto piuttosto semplice e lineare.
Tenete tuttavia presente che Word non è stato creato propriamente per l’impaginazione di testi, pertanto risulta meno avanzato rispetto ai software creati appositamente a tale scopo.

word

Microsoft Publisher è considerato un programma base, ovvero non professionale. Creato come programma alternativo a quelli professionali, si rivolge soprattutto ad aziende che creano tutto in proprio senza avvalersi di un designer apposito, in quanto non richiede una specifica ed approfondita padronanza della materia.
Gli strumenti di editor sono vari e accattivanti.
Un solo svantaggio, la presenza di tante opzioni, lo rende sì un software completo e versatile, ma ostico da utilizzare se non si è molto esperti nel campo.

publisher

LibreOffice rappresenta l’alternativa gratis a Microsoft Office più conosciuta. Anche in questo caso troviamo un programma per impaginare, con cui è possibile realizzare contenuti editoriali stampabili di vario tipo e formato. In LibreOffice il programma si chiama Draw e ha caratteristiche simili a quelle di Publisher. Il limite maggiore di Draw, in confronto a Publisher, è quello di non avere molti modelli a disposizione, ma è comunque semplice da utilizzare. LibreOffice è disponibile per Windows, Mac e Linux.

draw

I programmi per impaginare sono quindi numerosi.

Migliori Programmi per Mixare

In questa guida proponiamo una lista dei migliori programmi per mixare, corredata da una breve descrizione su tipologia e funzionamento.

Della maggioranza di questi programmi è possibile usufruire gratis, alcuni sono versioni limitate di programmi a pagamento, ma tutti consentono di raggiungere eccellenti risultati in ambito musicale.
Inoltre questi programmi sono piuttosto semplici da usare e anche i meno esperti, pertanto, non dovrebbero incontrare nessuna difficoltà.

Audacity è considerato da molti il migliore programma per mixare gratis tra tutti quelli disponibili in rete.
In effetti si tratta di un ottimo strumento, molto vicino, in quanto a prestazioni, a quelli di tipo professionale.
In più Audacity supporta tutti i formati di file audio principali, come MP3, WAV e OGG, e consente anche di personalizzare le tracce.
Il programma consente di lavorare su più tracce in contemporanea e di mixare musica in modo piuttosto veloce e facile grazie all’aiuto offerto dall’interfaccia grafica. Tra le altre funzionalità segnaliamo la possibilità di importare audio da file video, applicare effetti speciali, tagliare e unire le tracce audio.
Il limite è da individuare nella pesantezza, caratteristica che non rende l’applicazione adatta ai computer meno potenti.

mixare

Mixxx è sicuramente uno dei migliori programmi per mixare musica che la rete possa offrire, del tutto gratuito.
Programma estremamente flessibile, anche grazie alla possibilità di personalizzarlo con skin, di solito permette di non incontrare alcuna difficoltà nella realizzazione di mix musicali e nel lavoro con la musica digitale in genere.
Mixxx è collegabile con tutti i sistemi di riproduzione audio più diffusi e supporta la maggioranza dei formati file audio.
Il programma è disponibile per Windows, Mac e Linux.

mixare-gratis

Deckadance è un altro programma per mixare molto interessante. Esso consente inoltre di interagire con quasi tutti i controller MIDI e i sistemi sia in vinile che su CD attualmente disponibili sul mercato.
L’interfaccia del programma è molto curata, simile alle console professionali che usano i Dj.
Deckadance è a pagamento, però si può usufruire, per Windows e Mac, di una sua versione demo gratuita con la quale si possono provare tutte le funzionalità del sistema.
Tuttavia in tutto questo c’è un piccolo limite, vengono inseriti cinque secondi di silenzio ogni tre minuti.

deckadance

Kristal Audio Engine è uno strumento molto completo. Con Kristal Audio Engine si può lavorare con 16 tracce in contemporanea, si possono fare downmix e si possono gestire i principali formati di file audio, come AIFF, FLAC e OGG. Le numerose funzionalità di cui dispone, rendono il programma più complesso da utilizzare, almeno all’inizio. Da segnalare invece che, nonostante sia uno strumento molto completo, l’applicazione risulta essere piuttosto leggere. Il programma in questo caso è disponibile solo per Windows.

programmi-per-mixare-gratis

MixMeister Express è un programma abbastanza avanzato, che permette davvero di sbizzarrirsi con la musica divertendosi. Tra le funzionalità segnaliamo la possibilità di allungare le canzoni, cambiarne il ritmo e aggiungere effetti speciali. Purtroppo  il programma non è gratuito ma a pagamento, tuttavia, se volete, potete disporre della versione di prova gratuita, che però inserisce la pubblicità nel file esportato. Il programma è disponibile per Windows e Mac.

programmi-gratis-per-mixare

Virtual Dj Free è in realtà la versione gratuita di un programma a pagamento, la quale, anche se non include tutte le funzioni di questo, consente lo stesso di mixare musica con risultati che possiamo dire professionali. Virtual Dj Free ha mixer, equalizzatori, permette di creare Cd musicali e molto altro ancora.
Come accennato, questa versione del programma è completamente gratuita e risulta essere disponibile per Windows e Mac. L’applicazione è disponibile in italiano e in rete sono presenti numerose guide che rendono l’utilizzo piuttosto semplice.

virtual-dj

Anche Ultramixer 2 Free Edition è la versione gratis di un programma a pagamento piuttosto conosciuto.
La versione gratuite ha diversi limiti relativamente alle funzionalità disponibili, ma rappresenta comunque una soluzione interessante.
L’interfaccia è molto semplice da utilizzare, se si desidera registrare i propri mix, è però necessario passare alla versione a pagamento.

ultramixer

Come potete vedere, la rete abbonda di programmi per mixare musica efficaci, divertenti e, in maggioranza, anche gratuiti, perfetti per gli appassionati che vogliano divertirsi con i loro brani preferiti.
In generale, tenete presente che i programmi a pagamento sono quelli che possiedono tutte le funzioni più avanzate, che è impossibile trovare in modo completo anche nei programmi gratuiti, tuttavia ciò non significa affatto che questi siano scadenti o poco fruibili, anzi, presentano spesso una facilità di utilizzo, pur con risultati ottimali dal punto di vista musicale, che li rende adatti più o meno a tutti, compresi i meno esperti.

Insomma, la scelta, sia per Dj esperti che per semplici appassionati, è davvero vasta e invitante, a voi scegliere il programma per mixare più adatto per le vostre esigenze.