Esplora Risorse ha Smesso di Funzionare – Le Soluzioni

Sicuramente non sono l’unico a cui è capitato, nel tentativo di accedere a qualche cartella sul Pc, di trovarsi davanti all’errore di Windows Esplora Risorse ha smesso di funzionare.

Fino a quando il tutto si limita a un singolo episodio il problema non è grande, la situazione diventa più complessa quando Esplora Risorse smette di funzionare in continuazione.
Basta una veloce ricerca su Google per capire come questa eventualità non sia poi così rara, l’errore Esplora Risorse ha smesso di funzionare può infatti comparire in tutte le versioni del sistema operativo, Windows XP, Windows Vista, Windows 7 e Windows 8.

esplora risorse ha smesso di funzionare soluzione

Cerchiamo quindi di capire quali sono le cause di questo errore e come risolverlo in modo definitivo.

In Cosa Consiste Esplora Risorse

Esplora Risorse, o File Explorer in Inglese, è un elemento fondamentale del sistema operativo.
Si tratta infatti della shell di Windows, la parte del sistema visibile del sistema, l’interfaccia grafica attraverso cui gli utenti possono interagire con gli altri componenti.
L’introduzione di File Explorer risale a Windows 95 e nel tempo il nome nella versione italiana è cambiato.
Si è partiti con Gestione risorse, per passare poi a Esplora Risorse con Windows 98 e a Windows Explorer in Windows Vista.
In Windows 8 lo ritroviamo con il nome di File Explorer.

Tra gli elementi che lo costituiscono troviamo il desktop, le finestre del file system e la barra delle applicazioni.

Da questa breve spiegazione è quindi possibile capire l’importanza di Esplora Risorse.
Per capire ancora meglio l’importanza basta eseguire una semplice operazione.
Avviando Gestione attività è possibile trovare il processo explorer.exe, il processo di Esplora risorse.
Se si prova a fermare il processo, l’interfaccia di Windows scompare e l’unica cosa che rimane è lo sfondo.

Esplora Risorse ha Smesso di Funzionare – Le Cause

I motivi per cui si verifica questo errore possono essere diversi.
Tra i più comuni troviamo la presenza di file di sistema danneggiati sul computer, l’utilizzo di driver video non aggiornati e la presenza di programmi o servizi che interferiscono con il processo.
Da non escludere è poi la possibilità che il problema sia causato dalla presenza di virus o malware.

Esplora Risorse ha Smesso di Funzionare – Le Soluzioni

Per risolvere l’errore è necessario individuare la causa precisa, proponiamo quindi quelle che sono le soluzioni ai problemi che più frequentemente lo causano.

File di Sistema Danneggiati
La causa più frequente del problema è sicuramente la presenza di file di sistema danneggiati.
Windows mette a disposizione una funzionalità chiamata System File Checker, Controllo file di sistema, tramite cui è possibile verificare se mancano file di sistema o se sono presenti file danneggiati.
La funzionalità non si limita al controllo, quelli danneggiati vengono infatti sostituiti automaticamente con la versione originale.
La procedura da seguire non è particolarmente complessa.
-Avviare il Prompt dei comandi con diritti di amministratore.
-Digitare sfc /scannow e premere invio.
La scansione può richiedere diverso tempo e, in alcuni casi, viene chiesto di inserire il Cd di Windows per completare l’operazione.

Presenza di Errori sul Disco
Windows mette a disposizione uno strumento per trovare e correggere gli errori presenti sul disco, Scandisk.
L’errore Esplora Risorse ha smesso di funzionare può essere causato dalla presenza di errori sull’hard disk, è quindi consigliabile utilizzare questo strumento.
-Aprire Windows Explorer sul computer.
-Cliccare con il tasto destro l’unità C: e selezionare Proprietà dal menu che viene mostrato.
-Viene aperta una nuova finestra. Accedere alla scheda Strumenti.
-Premere il pulsante Esegui Scandisk.
A questo punto sarà chiesto di riavviare Windows in modo da permettere la scansione al riavvio.

Driver Video Danneggiati o non Aggiornati
Una causa comune dell’errore Esplora Risorse ha smesso di funzionare è da individuare nella presenza di driver video danneggiati o non aggiornati.
In situazioni di questo tipo la soluzione è molto semplice, basta scaricare i driver aggiornati dal sito del produttore della scheda video installata sul computer.

File Multimediali Danneggiati sul Computer
Spesso l’errore si presenta quando all’interno di una cartella sono presenti file multimediali, come file audio o video, danneggiati.
In questi casi l’errore si presenta solo quando si cerca di accedere alla cartella che contiene il file corrotto con Windows Explorer.
La soluzione è semplice, bisogna individuare il file danneggiato e cancellarlo.
Ovviamente, visto che Esplora Risorsa si blocca quando si tenta di accedere alla cartella, il file deve essere cancellato utilizzando il Prompt dei comandi di Windows.

Presenza di Virus o Malware
Virus e malware possono causare questo tipo di problema.
Risulta essere quindi consigliabile eseguire una scansione del computer con un antivirus e con un antimalware.

Fatemi sapere se una delle soluzioni proposte ha funzionato o, in alternativa, cosa avete fatto per risolvere il problema.

Migliori Download Manager – JDownloader e le Alternative

Un download manager, o gestore di download, è un programma che permette di scaricare file dalla rete.
La differenza principale tra l’utilizzo di un’applicazione di questo tipo e il download tramite browser è da individuare nelle funzionalità aggiuntive messe  a disposizione da questi strumnti.

I download manager permettono di riprendere un download interrotto senza farlo ripartire da capo, di utilizzare mirror per velocizzare l’operazione e di programmare le attività.
Si tratta di applicazioni particolarmente utili per chi ha una connessione lenta, la possibilità di sospendere e riprendere il download può risultare infatti fondamentale in caso di file di dimensioni particolarmente grandi.

In questa guida segnaliamo i migliori download manager gratis disponibili in rete. Una distinzione deve essere fatta tra le applicazioni generiche, che permettono di gestire il salvataggio dei file presenti sui siti visitati, e quelle create appositamente per il download dai servizi di file hosting.
Per questo le presentiamo divise in due categorie.

Download Manager per i Servizi di File Hosting
Tra i download manager per scaricare dai servizi di file hosting, il programma più utilizzato e conosciuto è sicuramente JDownloader.
Si tratta di un’applicazione gratis, disponibile per Windows, Mac e Linux e tradotta in numerose lingue, tra le quali anche l’italiano.
Le ragioni del suo successo sono da individuare nella semplicità di utilizzo, basta infatti copiare l’URL della pagina del servizio di file hosting che contiene l’archivio da scaricare e incollarlo nel programma.
Le funzionalità messe a disposizione sono numerose e includono l’estrazione automatica di archivi compressi, l’unione di file divisi in più parti, il download di più file in contemporanea, il riconoscimento dei codici captha tramite il modulo OCR integrato e la modifica dell’indirizzo Ip tramite script di riconnessione.
Un consiglio, fatte attenzione alle opzioni abilitate durante l’installazione di JDownloader. Il programma, come altri di questo tipo, può infatti installare componenti aggiuntivi indesiderati se non si controllano con attenzione le opzioni mostrate nella procedura di installazione.

migliori download manager gratis

Le Alternative a JDownloader
Le alternative a JDownloader non mancano, troviamo infatti numerosi programmi che presentano caratteristiche simili e funzionalità interessanti.

Una soluzione interessante per chi vuole semplificare il download dai siti di hosting gratuito è Mipony.
Si tratta di un programma gratis, disponibile per Windows, che mette a disposizione tutte le funzionalità che ci si aspetta di trovare in un’applicazione di questo tipo, download di più file in contemporanea, pausa e ripresa delle operazioni e recupero di download interrotti.
Non mancano le opzioni per impostare la velocità di scaricamento e la priorità.
Molto interessante à la funzionalità di controllo remoto, tramite la quale è possibile gestire il download e il traffico attraverso la rete.
Da segnalare anche la presenza di un plugin per il supporto ai captcha e il browser integrato.
Per chi cerca un programma per gestire i download da servizi di file hosting, Mipony è sicuramente uno degli strumenti migliori.
Tra i siti supportati segnaliamo Rapidshare, Depositfile, Fileserve, Filefactory, Uploaded.to, 4Shared, Box e Sendspace

gestori di download gratis

FreeRapid Downloader è un programma Java che supporta un numero elevato di siti di file hosting.
L’applicazione funziona su Windows, Mac e Linux, Java deve però essere installato sul computer.
Tra le funzionalità troviamo il download tramite proxy, il supporto per i video in streaming e lo spegnimento automatico del Pc.

alternativa jdownloader

PyLoad supporta un numero di servizi di file hosting inferiore, risulta essere però molto leggero.
Tra le caratteristiche troviamo il supporto per gli account premium, il riconoscimento di captcha e funzionalità per la rinonnessione automatica.
L’applicazione può essere controllata da linea di comando o attraverso un’interfaccia grafica.
Si tratta di uno strumento interessante, l’installazione può però essere complessa per gli utenti meno esperti.

scaricare

Download Manager Gratis Generici
FlashGet è sicuramente tra i più conosciuti, è gratis, disponibile per Windows, leggero e semplice da utilizzare, anche se non tradotto in italiano.
Tra le caratteristiche più interessanti troviamo l’integrazione con i browser, può infatti essere impostato come download mangager predefinito per Internet Explorer, Mozilla Firefox e Google Chrome.
Le funzionalità sono quelle tipiche dei programmi per scaricare, troviamo la possibilità di sospendere e riprendere il download, la pianificazioni delle operazioni in determinati orari, il download di più file in contemporanea e il controllo automatico degli archivi scaricati con l’antivirus installato sul computer.
Tra le caratteristiche segnaliamo il supporto a un numero elevato di protocolli, tra i quali HTTP, FTP, BT, MMS, RTSP e BitTorrent.
Dobbiamo dire che le polemiche intorno a questo programma non sono mancate in passato, nel 2010 venne distribuita una versione contenente adware particolarmente difficile da rimuovere.
Questi problemi sembrano ormai risolti, l’episodio non ha però certamente giovato alla popolarità di FlashGet.
Da segnalare anche il fatto che lo sviluppo sembra molto rallentato, da tempo non vengono più pubblicate nuove versioni, e il supporto disponibile è piuttosto limitato.

alternative a jdownloader gratisUn’altro strumento utilizzato per salvare file dalla rete è Free Download Manager.
Il programma, in passato a pagamento, è disponibile ora gratis per Windows e risulta essere tradotto anche in italiano.
L’interfaccia, divisa in schede, è semplice ma curata, permette il download da più mirror in contemporanea per velocizzare l’operazione e offre anche la possibilità di scaricare file flash.
Segnaliamo poi opzioni per configurare l’utilizzo della banda di rete e programmare i download negli orari desiderati e l’integrazione con i principali browserr.
Include anche un client Ftp, che può essere utilizzato per l’upload, oltre che per il download, dei file.
Durante l’installazione consigliamo di disabilitare l’opzione relativa all’installazione di Software Informer, un’applicazione inutile per la maggioranza degli utenti.

programmi per scaricare gratisDownload Accelerator Plus è disponibile in una versione gratis, supportata con inserzioni pubblicitarie, e in una versione a pagamento.
Supporta la pausa e la ripresa dei download, permette di utilizzare mirror per scaricare più velocemente i file, mette a disposiziona la possibilità di scaricare convertire i video dai principali siti.
Proprio il supporto per i video, dei quali è possibile visualizzare un’anteprima durante il download, è una delle caratteristiche che distingue questo strumento da altri dello stesso tipo.
Interessante la presenza di diversi componenti aggiuntivi, tramite i quali è possibile espandere le funzionalità dell’applicazione.
Il programma è disponibile per Windows e Mac

download manager

Meno conosciuto, ma sicuramente valido, è Download Ninja.
L’intefaccia è curata e semplice da utilizzare, tramite le varie schede presenti è possibile gestire i vari download, avviandoli e fermandoli.
Tra le funzionalità troviamo la programmazione dei download, l’anteprima di file audio e video in fase di scaricamento e l’integrazione con Firefox e Chrome.
Il fatto che sia un’applicazione relativamente recente comporta un vantaggio, gli aggiornamenti sono infatti frequenti.
Da segnalare che, nella versione che ho provato, questo programma, a differenza di molti altri di questo tipo, non proponeva l’installazione di toolbar o applicazioni aggiuntive.

programmi per gestire download

Download Accelerator Manager, oltre a permettere di scaricare i file presenti sui vari siti, offre la possibilità di eseguire il download di video.
La gestione dei download include la possibilità di metterli in pausa, riprenderli, recuperarli e programmarli.
Non troviamo funzionalità particolarmente avanzate, l’applicazione è però leggera e molto semplice da utilizzare.
Il programma è gratis e risulta essere disponibile per Windows.

gestore downloadGetGo Download Manager è un altro programma per scaricare piuttosto completo.
Offre l’integrazione con i principali browser, permette di programmare i download e di metterli in pausa e riprenderli.
Tra le funzionalità segnaliamo anche il download da Fecebook e la possibilità di scaricare video.
Durante l’installazione viene proposta l’aggiunta di una toolbar, consiglio quindi di essere attenti e deselezionare la relativa opzione.

getgo download

 

Download Manager per il Browser
Un’alternativa ai programmi per la gestione dei download è rappresentata dalle estensioni per browser.
Troviamo infatti alcuni componenti aggiuntivi che permettono di estendere le funzionalità del proprio browser e di gestire i download in modo completo senza la necessità di applicazioni aggiuntive.

Download Master è un’estensione per Google Chrome che permette di scaricare tutti i file, compresi immagini, video, Pdf e documenti, presenti all’interno della pagina che si sta visualizzando.
Troviamo poi filtri per limitare i file da scaricare a determinati tipi e la possibilità di sceglierli manualmente.
Non mette a disposizione funzionalità avanzate ma è certamente utile quando si ha la necessità di scaricare tutti i link di una pagina.

download manager per google chromeSe si vuole invece semplicemente integrare Google Chrome con un download manager installato sul Pc, Downloaders è la soluzione giusta.
L’estensione supporta quasi tutti i programmi che abbiamo segnalato in precedenza e risulta essere molto semplice da utilizzare.
Basta premerete i tasti Ctrl+Alt e cliccare il link da scaricare con il tasto sinistro del mouse per avviare il download con il download manager configurato.

estensioni chrome per scaricareSicuramente interessante, per chi utilizza Firefox come browser, è DownThemAll.
Si tratta di un’estensione che aggiunge nuove funzionalità alle opzioni di download del browser.
Il componente permette di scaricare tutti i link o immagini presenti in una pagina con un solo click e offre la possibilità di mettere in pausa e riprendere i download.

downthemall

FlashGot permette invece l’integrazione di Firefox con il download manager installato sul computer.
Anche in questo caso sono supportati quasi tutti i programmi che abbiamo proposto e l’utilizzo risulta essere molto semplice.
Il vantaggio di uno strumento di questo tipo è che permette di inviare i link direttamente al download manager, velocizzando quindi le operazioni.

flashgot

Conclusioni
A questo punto non resta che scegliere il download manager giusto per le proprie esigenze.

A mio parere, per chi ha la necessità di gestire i download da siti di file hosting, JDownloader resta la soluzione migliore.
Se invece si desidera un download manager per semplificare la gestione dei file scaricati durante la navigazione, consiglio Free Download Manager, un programma semplice da utilizzare ma completo, che può essere utilizzato per scaricare qualsiasi tipo di file, compresi i video.

 

Come Eliminare Partizione CDFS da una Chiavetta USB

Recentemente mi è capitata tra le mani una chiavetta USB promozionale, la particolarità di questa chiavetta è che conteneva due partizioni, una partizione FAT32, accessibile normalmente in lettura e scrittura, e una partizione CDFS a cui era possibile accedere in sola lettura, proprio come se si trattasse di un CD.

In effetti una partizione CDFS, come suggerisce il nome, funziona in modo simile a un CD.
Risulta essere quindi accessibile in sola lettura e dispone anche della funzionalità autorun. Quando si inserisce la chiavetta nel computer, l’applicazione promozionale contenuta nella partizione CDFS della chiavetta può quindi essere avviata in modo automatico.

Ho provato a formattarla, ho utilizzato Fdisk, tutto senza risultati.
Mi sono quindi messo alla ricerca di una soluzione e oggi vi spiego come eliminare la partizione CDFS da una chiavetta USB.

La prima cosa da fare, se si vuole cancellare la partizione dalla chiavetta, è individuare il modello di chip.
Per fare questo è possibile aprire fisicamente la chiavetta e controllare il chip, più modo veloce è però l’utilizzo di ChipGenius.
Si tratta di un programma gratis che permette di visualizzare numerose informazioni sui dischi USB collegati al computer.

L’utilizzo è molto semplice, basta scaricare ChipGenius, collegare la chiavetta USB al computer e avviare il programma.
Tutte le informazioni saranno visualizzate all’interno della finestra dell’applicazione.
Nel mio caso il produttore era Chipsbank e il modello CBM2091.

come cancellare partizione cdfs

Una volta che conosciamo il modello di chip, dobbiamo individuare lo strumento utilizzato per flashare la chiavetta con il materiale promozionale.
Per trovare questa informazione è possibile utilizzare il sito Flashboot.ru.
Accediamo al sito, digitiamo il modello nel modulo di ricerca e clicchiamo il pulsante Search.
A questo punto basta cliccare sul risultato, viene aperta una finestra in cui troviamo, nel campo utils, il nome dell’applicazione con cui è stata flashata la chiavetta.
Nel mio caso era UMPTOOL 1.95.

partizione solo lettura su usb

Una ricerca con Google e ho trovato il programma sullo stesso sito, in effetti Flashboot.ru mette a disposizione praticamente tutti gli strumenti utilizzati dai vari produttori per flashare le chiavette USB.
Ho quindi scaricato l’applicazione e l’ho avviata sul Pc, trovandomi davanti a un’interfaccia piuttosto complessa.

come eliminare partizione cdfs da chiavetta usb

Come è possibile vedere dall’immagine, le operazioni che possono essere eseguite sono numerose.
Flashando la chiavetta è possibile eliminare la partizione CDFS e ottenere l’accesso a tutto lo spazio presende sul disco.

Ovviamente lo stesso strumento può anche essere utilizzato per creare nuovamente una partizione CDFS.
Molto interessante la possibilità di creare la partizione CDFS partendo da un’immagine ISO.

Cancellare una partizione CDFS da una chiavetta USB è quindi possibile.
La procedura non è particolarmente complessa, l’importante è individuare il modello di chip del dispositivo e il relativo strumento da utilizzare.

 

Page 63 of 63« First« Prev616263