Impossibile Formattare Scheda SD o MicroSD – Come Risolvere il Problema

In questa guida spieghiamo cosa fare quando risulta essere impossibile formattare una scheda SD o Micro SD.

Cosa Sono le Schede SD

SD, Secure Digital, è il formato più diffuso per quanto riguarda le schede di memoria.
Le schede di memoria sono dispositivi che vengono usati per archiviare dati in formato digitale all’interno di memorie flash.

Le schede SD hanno memorie NAND e sono disponibili in tre diversi formati.
Il formato originario, con dimensioni 32 x 24 x 2,1 mm, MiniSD, 21,5 x 20 x 1,4 mm, e MicroSD, 11 x 15 x 1 mm.

Le memorie SD sono ormai diffuse, vengono utilizzate in macchine fotografiche digitali, smartphone e Pc.
La diffusione ha come conseguenza il fatto che vengono spesso rimosse, per spostarle da un dispositivo all’altro, e la rimozione viene frequentemente eseguita in modo non sicuro, magari mentre un’operazione di scrittura è ancora in corso.

Con il tempo le schede SD possono quindi danneggiarsi dal punto di vista della struttura logica, portando a problemi come l’impossibilità di eseguire la formattazione.

Riparare una Scheda SD Impossibile da Formattare

A molti sarà capitato di inserire la scheda SD nel computer, eseguire la normale procedura di formattazione tramite Gestione Disco e vedere l’errore Impossibile Completare la Formattazione comparire.
In situazioni di questo tipo, l’utilizzo di programmi per formattare non aiuta.

La soluzione è rappresentata da SDFormatter.

SDFormatter è un programma gratis, disponibile per Windows e Mac, che è stato sviluppato appositamente per le schede di memoria che utilizzano gli standard SD, SDHC e SDXC.
In effetti la formattazione delle schede SD dovrebbe essere sempre fatta tramite questa applicazione.
Come spiegato sul sito Sdcard.org, associazione che si occupa dello sviluppo del programma, le schede SD hanno un’area protetta per le funzionalità di sicurezza.
Utilizzando SD Formatter questa area non viene formattata, a differenza di quanto succede se si usa Gestione Disco di Windows.

La formattazione tramite il sistema operativo o programmi generici può avere come conseguenza un peggioramento delle prestazioni della propria scheda SD.

Vediamo più nel dettaglio come funziona SDFormatter e come utilizzare il programma.
Come prima cosa bisogna eseguire il download dal sito ufficiale e completare l’installazione.
Una volta effettuata l’installazione, è possibile avviare il software.

impossibile formattare scheda sdLa finestra mostrata sarà simile a quella presente nell’immagine.
La prima cosa da fare è scegliere l’unità che contiene la scheda SD , MiniSD o MicroSD che si vuole formattare utilizzando il menu mostrato vicino a Drive.
La lettera assegnata all’unità cambia a seconda della configurazione del computer, bisogna quindi verificare con attenzione di scegliere quella giusta.
Nel momento in cui si scegliere l’unità, la dimensione della scheda SD viene mostrata in Size, sotto al menu per la scelta.
Da notare che la dimensione mostrata sarà minore, in questo caso viene mostrato 3,68 GB per una scheda da 4 GB.

Una volta selezionata la scheda SD, MiniSD o MicroSD che risulta impossibile da formattare, bisogna cliccare il pulsante Option.
Viene in questo modo aperta una finestra in cui sono presenti le opzioni per la formattazione.

impossibile formattare scheda micro sd

Format Type
Quick – Esegue una formattazione veloce inizializzando solo i parametri del file system.
Full Erase – Esegue una formattazione completa. Viene eliminata la struttura delle directory e sono cancellati i file contenuti. Richiede più tempo per essere completata rispetto all’opzione precedente.
Full OverWrite – Esegue una formattazione completa. Viene cancellata la struttura delle directory e sono eliminati i file. La cancellazione viene eseguita in questo caso sovrascrivendo tutti la memoria. A differenza dell’opzione precedente, i file non sono più recuperabili dopo la formattazione.

Normalmente l’opzione da utilizzare è Full Overwrite, in questo modo la scheda SD viene formattata senza lasciare dati vecchi sulla memoria.

Format Size Adjustment
Off – Mantiene la capacità della memoria.
On – Aumenta la dimensione dei cluster diminuendo la capacità della memoria.

L’opzione da utilizzare è Off.

Una volta impostate le opzioni, è possibile cliccare il pulsante Ok per tornare alla finestra del programma.

A questo punto è possibile cliccare il pulsante Format per avviare la formattazione della scheda di memoria SD.
Prima di eseguire l’operazione è però importante verificare che sia stata tolta la protezione di scrittura della scheda SD.

Durante la formattazione viene mostrata una finestra con lo stato dell’operazione e con l’avviso di non rimuovere la scheda dal computer.
La procedura risulta essere piuttosto veloce, nel caso di memorie molto grandi può però durare anche qualche minuto.

formattare sd

Al termine compare una nuova finestra, con informazioni sul risultato dell’operazione.

formattazione sd

Conclusioni

SDFormatter è un programma molto semplice, utile per risolvere i problemi relativi all’impossibilità di formattare una scheda SD quando questa presenti danni dal punto di vista della struttura logica.
L’applicazione non può ovviamente riparare danni fisici del dispositivo, in questi casi la formattazione risulterà impossibile anche utilizzando questo strumento.

Creare Video con Foto e Musica – Migliori Programmi e Siti Online

In questa guida proponiamo una lista dei migliori programmi gratis e siti online per creare video con foto e musica.

Gli strumenti di questo tipo permettono di creare una presentazione, slideshow, delle proprie immagini convertendo le foto in un video che può essere riprodotto sul computer e su altri dispositivi. I siti online e i programmi per la creazione di video con foto si differenziano per il tipo di funzionalità che mettono a disposizione. Alcuni sono molto semplici e veloci da utilizzare, ma con poche possibilità di personalizzazione, altri permettono di definire in modo dettagliato il modo in cui devono essere mostrate le foto nel video e di applicare effetti speciali, ma richiedono più tempo per creare i video.

creazione di video con foto e musica

Programmi per Creare Video con Foto e Musica

DVD Slideshow GUI è un’interfaccia grafica per diversi strumenti per la creazione di slideshow di foto.
Risulta essere meno intuitivo rispetto a altri programmi di questo tipo, si tratta però di un’applicazione molto completa.
La prima cosa da fare, una volta avviato il programma, è importare le foto che si vogliono utilizzare accedendo al menu Slideshow e selezionando l’opzione Add Pictures and Videos.
Cliccando con il tasto destro sugli elementi importati è possibile accedere alle impostazioni. L’applicazione permette di configurare il tempo per cui deve essere mostrata l’immagine, modificarla inserendo testo e disegnando e specificare l’effetto di transizione da utilizzare per passare alla foto successiva.
Risulta essere inoltre possibile inserire effetti speciali per le singole immagini come zoom, rotazione e scorrimento.
Il video può poi essere completato con l’aggiunta di uno sfondo e della musica.
Il programma supporta numerosi formati, è possibile esportare il video creato in Mp4, Mpg, Flv e Avi. Troviamo inoltre opzioni per la masterizzazione e per la creazione di file Iso.

programmi per creare video con foto e musica

Picasa è un visualizzatore di immagini con molte funzionalità interessanti.
Tra le possibilitàche offre troviamo anche quella di creare un video con le foto. Per fare questo basta selezionare le immagini nel programma, accedere al menu Crea e scegliere l’opzione Filmato – Da Selezione
Viene in questo modo aperta una nuova finestra in cui è possibile configurare il video, divisa in tre parti.
Nella parte centrale è presente l’anteprima del video, sotto sono mostrate le varie immagini che lo compongono e a sinistra troviamo un menu composto da tre schede.
Filmato – Permette di caricare un file audio da utilizzare come musica di sottofondo, impostare le dimensioni, scegliere il tempo per cui vengono mostrate le slide e impostare lo stile di transizione.
Slide – Offre la possibilità di aggiungere testo alle immagini del video specificando il tipo di carattere e la posizione in cui deve essere mostrato.
Clip – Permette di aggiungere e rimuovere immagini dal video.
Dopo che il video è stato creato, è possibile caricarlo su YouTube semplicemente cliccando un pulsante.
In alternativa è possibile esportarlo in formato Wmv.
Picasa rappresenta quindi una soluzione molto interessante per fare video con foto in modo veloce.

come creare video con foto

Bolide Slideshow Creator è un programma gratis in italiano che permette di fare video con foto e musica.
L’interfaccia non è molto curata ma è comunque abbastanza semplice da utilizzare.
Nella parte sinistra troviamo diverse schede.
Foto – Permette di importare le immagini da utilizzare nel video.
File Audio – Offre la possibilità di caricare i file audio da inserire nella presentazione.
Dissolvenze – Troviamo le opzioni per impostare la transizione da una foto all’altra.
Effects – Permette di applicare effetti speciali alle immagini che compongono il video. In particolare è possibile inserire testo, eseguire lo zoom e ruotare le immagini.
Le foto importate possono poi essere trascinate nella parte bassa dello schermo e disposte nell’ordine preferito.
Nella parte destra della finestra viene invece mostrata un’anteprima del video.
L’applicazione risulta essere piuttosto completa, gli effetti di transazione che è possibile inserire sono molti, troviamo effetti come diapositiva, punti casuali, cancellazione e cubo 3D.
I video creati possono essere salvati in formato Avi, Mp4, Wmv, Mkv e Flv.

programmi per creare video con foto gratis

 

Un’altra soluzione interessante è rappresentata da ffDiaporama, programma gratis disponibile per Windows e Linux.
Si tratta di uno strumento completo, con funzionalità avanzate simile a quelle che troviamo nei programmi commerciali più conosciuti, e che quindi può risultare complesso all’inizio.
L’interfaccia è tradotta in italiano, una volta effettuato l’avvio è possibile accedere alla scheda Progetto e importare i file da utilizzare, immagini, video e audio.
Le slide vengono posizionate automaticamente nella timeline e facendo doppio click è possibile accedere alle proprietà.
Le opzioni sono molte, il programma permette di impostare la durata delle diapositive, inserire testo e modificare le immagini ridimensionandole, spostandole e ruotandole.
Tra una slide e l’altra vengono posizionati gli effetti di transizione. Gli effetti tra cui è possibile scegliere sono molti e possono essere modificati impostando la velocità e la durata.
Il video creato può poi essere esportato in vari formati, come Mp4 e Flv, impostando la qualità desiderata.
programmi videoPhotoStage Slideshow Producer è un altro programma disponibile per Windows e Mac in una versione gratis e in una a pagamento, con un numero maggiore di funzionalità.
La versione gratis è comunque piuttosto completa e non ha limiti di tempo relativamente all’utilizzo.
La prima cosa da fare, una volta avviata l’applicazione, è cliccare il pulsante Add Media e importare le immagini, i video e i file audio da utilizzare per il proprio progetto.
Gli elementi imporati vengono automaticamente inseriti nella timeline mostrata nella parte bassa della finestra.
Cliccando le singole immagini è poi possibile configurare le slide, impostando la durata e la transizione, aggiungendo testo, inserendo animazioni come lo zoom e applicando effetti come il bianco e nero.
Una volta completato il progetto è possibile esportare il video in vari formati.
Si tratta quindi di un programma che offre diverse possibilità, anche se è meno intuitivo rispetto a altri strumenti di questo tipo.

photostage

Freemake Video Convert è un convertitore video di cui abbiamo già parlato in passato.
Il programma permette anche di convertire foto in video, può quindi essere utilizzato per creare slideshow.
L’utilizzo è molto semplice, basta importare le immagine che si vogliono usare e scegliere il formato video da ottenere.
Tra le opzioni troviamo la possibilità di inserire una traccia audio e di caricare il video su YouTube semplicemente cliccando un pulsante.
Probabilmente è lo strumento più semplice e veloce da utilizzare, le opzioni per la personalizzazione del video creato sono però nolto limitate.
fare slideshow

Visual SlideShow è disponibile per Windows e Mac in una versione gratis e in una a pagamento.
La versione a pagamento può essere utilizzata anche per scopi commerciali e permette di rimuovere il logo del programma dai video.
Una volta avviata l’applicazione è possibile importare le immagini da utilizzare, trascinandole nella finestra o cliccando il pulsante Add Images.
Dopo che il caricamento è stato completato, è possibile ordinare le foto e modificare le impostazioni del video. Cliccando il pulsante Properties è infatti possibile accedere alle opzioni avanzate.
Il programma permette di scegliere un modello, inserire la musica, impostare la dimensione delle immagini, selezionare l’efetto di transizione e specificare il tempo per cui deve essere mostrata ogni foto.
Cliccando il pulsante Publish è possibile poi esportare il video.

video con foto e musica

AiniShare Free Slideshow Video Maker permette di creare video utilizzando foto in formato Bmp, Jpg e Png e file audio in vari formati, come Mp3, Wav, Aac e Ogg.
Il programma è disponibile per Windows in una versione gratis e in una versione a pagamento.
Si tratta di uno strumento piuttosto semplice, non è quindi complicato capire come creare un video con foto e musica con l’applicazione.
Basta avviare il software, importare le immagini, scegliere uno dei modelli messi a disposizione, aggiungere la musica, inserire il titolo e salvare il video in uno dei formati supportati, tra cui Flv, Mp3g, Mpg e Avi.
Da segnalare che durante l’installazione il programma tenta di aggiungere altre applicazioni. Bisogna quindi essere attenti e disabilitare queste opzioni. Proprio questa caratteristica rende l’applicazione meno consigliabile rispetto a altre.

video maker

Siti per Creare Video con Foto e Musica

Magisto è uno dei siti per creare video con foto e musica più conosciuti.
Si tratta di un servizio gratis, per usarlo è però necessario eseguire la registrazione.
L’utilizzo è piuttosto semplice, per iniziare basta accedere al sito e cliccare il pulsante Create Movie.
Viene in questo modo avviata la proceura guidata, come prima cosa è necessario selezionare le immagine e i video che si vogliono usare nella presentazione.
Una volta fatto questo è possibile cliccare il pulsante Choose Editing Style e scegliere uno dei modelli disponibili.
Bisogna poi caricare la musica da usare come sottofondo o selezionare una di quelle messe a disposizione dal servizio.
La procedura guidata si completa inserendo un titolo e cliccando il pulsante Make My Movie.
Il servizio è sicuramente interessante, i modelli messi a disposizione sono di alta qualità, le possibilità di personalizzazione sono però limnitate.
L’account gratis ha alcuni limiti, è possibile creare video con una lunghezza massima di 15 minuti e inserire un massimo di dieci video e dieci foto.

creare video con foto online

Stupeflix è un’altra soluzione interessante per la creazione di video con foto.
Anche in questo caso il sito è gratis ma richiede la registrazione per l’utilizzo.
Dopo che è stata effettuata l’iscrizione, viene mostrata la pagina personale da cui è possibile avviare la creazione delle presentazioni.
Basta cliccare il pulsante mostrato e aggiungere le foto e i video da inserire all’interno del video.
Dopo che le immagini sono state importate, è possibile cliccarle e inserire audio e testo. Risulta essere inoltre possibile impostare l’effetto di transizione da una foto all’altra.
Una volta completata l’operazione, è possibile visualizzare un’anteprima del video e scaricare il file sul computer.
Da segnalare che l’account gratis permette di scaricare i video solo in formato 640×360.

creare video

Animoto è sicuramente uno dei migliori siti per creare presentazioni video.
Il limite è da individuare nel fatto che la versione gratis permette di creare video con una durata massima di trenta secondi.
L’utilizzo è semplice, una volta eseguita la registrazione viene mostrata una procedura guidata.
La prina fase consiste nella scelta dello stile da utilizzare, utilizzando i modelli per il proprio video.
Viene quindi aperto l’editor, tramite cui è possibile importare le foto, i video e i file audio da utilizzare.
Una volta completata l’operazione è poi possibile visualizzare un’anteprima e pubblicare il video. Viene in questo modo aperta una pagina con i link da utilizzare per la condivisione e con anche la possibilità di eseguire il caricamento su YouTube.
Il funzionamento è quindi piuttosto simile a quello di Magisto, anche in questo caso i modelli sono di alta qualità ma con poche possibilità di personalizzazione.

creare video con foto e musica online

Photopeach è un altro sito che può essere utilizzato gratis dopo che è stata fatta la registrazione.
La prima operazione consiste nell’upload delle immagini, possono essere caricati file dal proprio computer o immagini disponibili sul proprio account Facebook.
Una volta terminato l’upload è possibile ordinare le immagini nel modo in cui si vuole che siano mostrate nel video.
Nella fase successiva è possibile completare la creazione del video scegliendo la musica da usare come sottofondo tra quelle messe a disposizione, inserendo un titolo e impostando la velocità.
La versione gratis ha alcuni limiti, non è possibile caricare file audio e non è possibile modificare gli effetti di transizione.

fare video con foto

Photoshow.com è un altro sito per fare video con foto e musica che può essere utilizzato gratis.
La prima cosa da fare, una volta avviata la procedura di creazione, consiste nell’importare le immagini. Le foto possono essere caricate dal computer o importate da Facebook e Flickr.
Dopo che l’upload è stato completato, viene aperto l’editor da utilizzare per la personalizazione del video. Risulta essere possibile scegliere lo stile da utilizzare tra quelli messi a disposizione, aggiungere la musica, inserire testo e impostare la velocità.
Gli effetti di transizione e lo sfondo dipendiono dallo stile selezionato. Nella versione gratis la scelta è piuttosto limitata.
Per completare la creazione del video basta cliccare il pulsante Done. Per eseguire il salvataggio è però necessario prima creare un account.
come fare video con foto

Semplice e veloce è Masher, sito gratis che però, come i precedenti, richiede la registrazione.
Una volta effettuata l’iscrizione viene avviata la procedura guidata, la prima fase consiste nella scelta del tema da utilizzare per il video. Il tema definisce il tipo e il colore del caratattere, gli effetti speciali e le transizioni da un’immagine all’altra.
Nella seconda fase è possibile caricare le foto da utilizzare, scegliendo i file dal computer o importando le immagini da Facebook.
Risulta poi essere possibile caricare un file audio da utilizzare come musica di sottofondo e inserire il titolo del video.
Il video viene quindi salvato e mostrato, non è però possibile il download.

masher

Altra soluzione per creare video con slideshow di foto è rappresentata da Slide.ly.
Una volta eseguita la registrazione viene mostrata una pagina con gli strumenti messi a disposizione dal sito, bisogna cliccare Create a Show.
Viene in questo modo avviata la procedura guidata, nella prima fase bisogna importare le foto da utilizzare. Le immagini possono essere caricate dal proprio computer o dalla rete.
Risulta essere poi possibile scegliere la musica per il video, il sito permette di eseguire una ricerca su YouTube e di importare l’audio del video selezionato.
Una volta selezionata la musica, viene aperta una finestra in cui è possibile scegliere il tema da utilizzare. Il tema definisce gli effetti speciali e le transazioni applicate.
Per completare la creazione basta quindi cliccare il pulsante Save my Slidely. Il video viene mostrato in una nuova pagine e risulta essere possibile condividerlo sui social network.

creare slideshowPhotosnack è un sito per la creazione di video con foto.
I video vengono creati tramite una procedura guidata semplice e veloce.
Basta infatti importare le immagini dal computer o dalla rete e confermare la propria scelta.
Il video creato viene mostrato in una nuova pagina e può essere condiviso sui social network.
Le possibilità di personalizzazione in questo caso sono molto limitate, non è infatti possibile scegliere l’effetto di transizione e lo sfondo.
presentazione

Conclusioni

Per quanto riguarda gli strumenti per la creazione di video con foto e musica, la mia preferenza è per i programmi da installare sul computer.
Alcuni dei servizi online che abbiamo segnalato, come Magisto e Animoto, sono sicuramente di qualità. Nella versione gratis hanno però diversi limiti.
Possono quindi essere interessanti per chi non ha necessità di eseguire troppe personalizzazioni.

I programmi gratis che abbiamo proposto offrono sicuramente maggiori possibilità.
Tra quelli segnalati, il mio preferito è DVD Slideshow GUI. Anche se l’interfaccia non è molto moderna, si tratta di uno strumento che permette di personalizzare in modo completo i video e, a mio parere, questa è la caratteristica più importante nelle applicazioni di questo tipo.

Come Controllare chi è Connesso alla Rete Wifi

In questa guida spieghiamo in che modo è possibile verificare chi è connesso alla propria rete WiFi.
Controllando questo tipo di informazioni è possibile scoprire intrusioni non autorizzate e verificare in modo semplice tutti i dispositivi che stanno utilizzando la connessione.

Per controllare l’utilizzo della rete WiFi è possibile usare il pannello di controllo del router o alcuni programmi specifici.
Vediamo più nel dettaglio quali sono le diverse soluzioni a disposizione.

Trovare la Lista dei Dispositivi Connessi alla Rete Utilizzando il Router

Il modo migliore per verificare chi è connesso alla propria rete WiFi consiste nell’utilizzare l’interfaccia web del proprio router.

La connettività WiFi è infatti gestita dal router, questo dispositivo è quindi quello che ha i dati più precisi relativamente a chi è collegato alla rete.
Quasi tutti i router permettono di verificare questo tipo di informazione, il menu in cui visualizzare la lista di chi è connesso cambia però a seconda del modello utilizzato.

Qualsiasi sia il router di cui si dispone, la prima cosa da fare è accedere all’interfaccia web tramite il proprio browser.
Se non si conosce l’indirizzo Ip del router, è possibile trovarlo aprendo il prompt dei comandi di Windows e digitando ipconfig /all.

gateway predefinito

L’indirizzo mostrato vicino a Gateway predefinito è infatti quello del router.
Molto spesso l’indirizzo Ip assegnato al router è 192.168.1.1 o 192.168.0.1, può però essere diverso e quindi è importante verificare se non si è sicuri.

Una volta recuperato l’indirizzo Ip del router, bisogna aprire il browser e digitarlo nella barra degli indirizzi.
Si accede in questo modo al pannello di controllo del router, per entrare è necessario inserire username e password.

routerQuesti dati dovrebbero essere stati forniti con la documentazione del router.

Una volta effettuato l’accesso all’interfaccia web del router, è necessario cercare l’opzione per visualizzare i dispositivi connessi.
L’opzione può chiamarsi in modo diverso, dispositivi collegati, DHCP clients, attached devices, connected devices e altro, a seconda router che si utilizza.
Anche la posizione dell’opzione varia a seconda del modello, in alcuni casi è presente nella pagina di configurazione della rete WiFi mentre in altri viene mostrata nella pagina iniziale.

Nei router D-Link, la lista dei computer e smartphone collegati si trova solitamente in StatoClient Connessi.

client connessi

Nei router Netgear, la lista si trova solitamente cliccando su Dispositivi collegati o Periferiche collegate, nella sezione Manutenzione del menu mostrato nella parte sinistra della pagina.

netgear

Le informazioni sono presentate in modo simile, troviamo una tabella con la lista dei dispositivi collegati alla rete WiFi e le relative informazioni su indirizzo Ip e MAC address.

Risulta essere importante notare che alcuni modelli di router mostrano solo i dispositivi che sono collegati tramite DHCP, non visualizzano quindi computer che sono collegati alla rete ma su cui è stato configurato un indirizzo Ip statico.

Programmi per Controllare chi Utilizza la Rete WiFi

Oltre che tramite l’interfaccia web del router, è possibile verificare chi sta utilizzando la connessione WiFi tramite alcuni programmi.
Queste applicazioni eseguono una scansione della rete WiFi è individuano i dispositivi attivi.

A differenza del pannello di controllo del router, non permettono quindi di verificare i dispositivi che si sono collegati ma che sono offline in questo momento.

Tra i migliori programmi di questo tipo troviamo sicuramente Wireless Network Watcher.
Si tratta di un’applicazione gratis, che non richiede l’installazione sul computer, molto semplice da utilizzare.
Basta scaricare il programma e eseguirlo, una lista dei dispositivi attivi presenti sulla rete WiFi viene mostrata in modo automatico.
Le informazioni visualizzate includono il nome dei dispositivi collegati, il MAC address e il produttore del relativo componente hardware WiFI, utile per identificare smartphone Android.

trovare connessi rete wifi

Da notare che, in alcuni casi, per fare in modo che il programma funzioni è necessario specificare la scheda di rete WiFi.
Per fare questo basta accedere al meno Options, cliccare su Advanced Options, selezionare l’opzione Use the following network adapter e scegliere la scheda di rete WiFi prima di eseguire la scansione.

AutoScan Network è un altro programma gratis che può essere utilizzato per vedere chi è connesso alla propria rete, disponibile per Windows, Mac e Linux.
In questo caso l’applicazione necessita di installazione.
Al primo avvio viene eseguita una procedura guidata per l’individuazione della rete WiFi da verificare, bisogna quindi selezionare il dispositivo di rete che viene utilizzato per collegarsi.
Al termine della procedura viene aperta una finestra in cui sono mostrati tutti i dispositivi individuati, con informazioni come l’indirizzo IP e l’hostname.
Cliccando sui singoli elementi della lista è poi possibile visualizzare ulteriori informazioni, come il Mac Address, il tipo di scheda di rete e il sistema operativo.

autoscan

Conclusioni

Controllare chi sta utilizzando la propria rete wireless è piuttosto semplice.
Il modo più affidabile consiste sicuramente nell’utilizzare l’interfaccia web del router. Come abbiamo spiegato in precedenza, quasi tutti i dispositivi permettono infatti di vedere la lista di chi è connesso in modo veloce.

La verifica dei dispositivi collegati alla rete WiFi non è comunque un’operazione che è necessario eseguire frequentemente.
Se si rispettano le regole di sicurezza, impostando quindi una password che sia sicura, non si corrono particolari rischi.
L’importante è disabilitare WPS sul proprio router, visto che è vulnerabile, e utilizzare una chiave WPA2-PSK, più sicura.