Come Velocizzare Firefox – Guida

Esistono molti modi e strade che puoi percorrere per velocizzare Firefox, si parte dalla solita pesantezza dei plugin, che puoi disattivare totalmente e attivare con il click to play, fino ad arrivare a soluzioni più complesse come la gestione delle configurazioni interne del browser. Diciamo che molte di queste soluzioni sono simili a quelle che generalmente vengono utilizzate per velocizzare Chrome, anche se potresti notare differenze e dunque vanno necessariamente approfondite ed in modo anche specifico.

Tra le altre cose, Firefox ha anche delle opzioni native che gli sviluppatori, per scelta, hanno deciso di attivare e di lasciare attivate, ma che a conti fatti oggi si rivelano abbastanza inutili, occupando di contro tanta RAM e tanta cache altrimenti utilizzabile diversamente. Per concludere, anche su Firefox la logica di apertura delle schede incide non poco sulla velocità del navigatore. Vediamo dunque di approfondire ognuno di questi aspetti, così da capire come velocizzare Firefox.

Velocizzare Firefox Disattivando Adobe Flash

Spesso uno dei motivi che rende Firefox un browser molto lento è la presenza di Adobe Flash, un plugin che è in grado di rallentare qualsiasi browser. Tra l’altro, l’attivazione di questo plugin non è certo obbligatoria:, oggi non sono tanti i siti di ultima generazione che utilizzano componenti in Flash, e non è dunque necessario mantenere attivo un plugin che da solo consuma un quantitativo di risorse davvero enorme. Diciamo che l’unico motivo per cui dovresti tenerlo, è che forse un paio di siti che visiti regolarmente ancora lo utilizzano, poco male, puoi attivarlo a comando e tenerlo disabilitato per tutto il tempo restante, evitando così di rallentare Firefox.

Sostanzialmente dovrai impostarlo in modalità click to play, semplicemente andando su Impostazioni, Componenti aggiuntive, Plugin, poi reperire il plugin di Adobe Flash e selezionare Chiedi prima di attivare. Fatto questo, quando il browser caricherà una pagina che contiene elementi in flash, questi saranno attivati solo se ci cliccherai sopra. Ovviamente noi ti consigliamo di avviare su richiesta tutti i componenti di Firefox più pesanti e che non utilizzi di frequente.

Velocizzare Firefox Gestendo le Schede

Firefox, proprio come Chrome, gestisce la navigazione tramite l’apertura di diverse schede, se anche tu corrispondi al profilo dell’utente che apre numerose schede e che le mantiene aperte per molto tempo, sicuramente farai anche parte della lista degli utenti che si lamentano della lentezza di Firefox. In questo caso, però, la colpa è anche tua, perché ogni scheda aperta di fatto corrisponde ad un nuovo processo del browser aperto, cosa che ovviamente occupa RAM. Eppure esistono delle estensioni particolari che individuano le schede aperte che non usi da più tempo, e che le chiudono mantenendole attive, così da evitare che possano pesare sulle risorse del tuo computer. Quando poi cliccherai sulle suddette schede, queste estensioni le riattiveranno immediatamente. di fatto, tu non ti accorgerai di nulla. Le migliori estensioni di questo tipo sono Onetab e Auto Unload Tab.

A proposito di schede, c’è un’altra cosa che devi sapere per velocizzare Firefox, invece di aprire la stessa scheda tutte le volte, puoi fare in modo che venga aperta automaticamente all’avvio di Firefox. In questo modo velocizzerai il browser, anche se di fatto non avrai alleggerito il carico sulla RAM, ma sarai comunque riuscito a dare maggiore velocità al caricamento della scheda. Ti basterà fare click col tasto destro sulla scheda che hai aperto e selezionare la voce Blocca scheda.

Velocizzare Firefox Gestendo le Estensioni

Come probabilmente saprai, le estensioni sono un elemento molto importante per un browser, perché aumentano opzioni e potenzialità di navigazione. Ma le estensioni hanno dei limiti, pesano e, quando attive, impiegano risorse che inevitabilmente rallentano il tuo browser. Su Firefox, poi, non è nemmeno tanto facile monitorare le estensioni attive e capire quali occupano un carico eccessivo di risorse, se su Chrome ti basta avviare il task manager proprietario del navigatore, su Firefox questa possibilità non esiste.

Di contro, puoi scaricare ed installare un’estensione che ti consentirà la stessa operazione, ovvero il controllo di tutte le estensioni attive, così da permetterti di capire quali sono le più pesanti, e dunque quali ti conviene disattivare o addirittura disinstallare. Questo plugin si chiama About Addon Memory.

Il browser, inoltre, possiede una serie di componenti native che pesano, che lo rallentano ma che non ti permette di disinstallare, come per esempio la video chat e Firefox Hello. Per disattivarle dovrai necessariamente aprire il menu di configurazione, digitando about:config nella barra degli indirizzi, e modificare in False i parametri reader.parse-on-load.force-enabled, reader.parse-on-load.enabled, browser.pocket.enabled e loop.enabled.

Altre Configurazioni

Firefox è un browser all’interno del quale una serie di operazioni di modifica non possono essere condotte con i classici menu a tendina, ma modificando direttamente alcuni parametri. Di fatto, a questo serve il menu about:config,una vera e propria lista di opzioni che puoi attivare o disattivare a piacimento. Per aprire questo menu, dovrai avviare una nuova scheda di navigazione ma, al posto del canonico indirizzo, dovrai inserire la stringa di testo about:config. Una volta fatto questo, potrai disabilitare manualmente le voci che più di tutte rallentano Firefox, come browser.download.animate, browser.tab.animate,  security.dialog_enable, browser.fullscreen.animate, ricordandoti di mettere False come valore. Dovrai inoltre disabilitare browser.fullscreen.animatesecurity.dialog_enable_delay impostando 0 come valore.

Come ti dicevamo all’inizio della nostra guida su come velocizzare Firefox, gli sviluppatori di questo browser hanno scelto di lasciarlo compatibile con alcuni dei siti più vecchi. Purtroppo, però, questa decisione ha rallentato Firefox, tu puoi velocizzarlo attivando una particolare opzione nota come HTTP Pipelining, attivandola aumenterai il numero di connessioni HTTP simultanee regalando velocità al browser in fase di caricamento.

Dovrai come sempre aprire una nuova scheda, digitare about:config nella barra degli indirizzi, premere invio e cercare la voce network.http.pipelining. Una volta che l’avrai trovata, dovrai impostare il valore come True e andare alla ricerca della voce successiva, network.http.pipelining.maxrequests. In questo caso dovrai abbassare il valore standard, impostandolo magari su 8. Facendo questo, probabilmente renderai incompatibile Firefox con alcuni dei siti web più vecchi, ma è davvero difficile che tu possa visitarli, dato che sono sempre meno in rete. Di contro, avrai velocizzato Firefox.

Comments on this entry are closed.