Rete non Identificata – Come Risolvere il Problema

In questa guida spieghiamo come risolvere l’errore Rete non identificata, un problema piuttosto comune.

A prescindere dalla versione di Windows installata sul computer, infatti, numerosi utenti si ritrovano a dovere fare i conti con il messaggio di rete non identificata. Di solito a questo messaggio segue l’errore Accesso limitato alla rete.

Prima di vedere come risolvere l’errore, è necessario fare le dovute premesse. Quando appare il messaggio Rete non identificata, i motivi possono essere diversi. Nel caso in cui il messaggio compaia all’improvviso su tutti i dispositivi che sono collegati al router, nella quasi totalità dei casi il problema è da ricercarsi in una perdita dei dati di configurazione da parte del router. Nel caso in cui invece l’avviso venga visualizzato solo sul Pc, per risolvere il problema potremo procedere per tentativi compiendo diverse operazioni che spieghiamo nel dettaglio.

Richiesta di nuovo indirizzo IP

Aprire il prompt dei comandi premendo Windows+R e digitando cmd nel modulo di ricerca. Dopo che il prompt dei comandi si è aperto, digitare i seguenti due comandi seguiti da invio.

ipconfig /release

ipconfig /renew

In questo modo si andrà a richiedere un nuovo indirizzo IP al server DHCP del router. Dopo pochi secondi sarà possibile verificare se l’accesso ad internet e alla rete locale avviene correttamente o no.

Verificare la configurazione DHCP

Aprire il prompt dei comandi come spiegato in precedenza, digitare ipconfig /all e premere invio-
Controllare i dati riportati relativamente all’interfaccia della rete utilizzata, Scheda Ethernet Connessione alla rete locale o Scheda LAN Wi-Fi.

In corrispondenza di Gateway predefinito è indicato l’indirizzo IP privato del router. Riportandolo nella barra degli indirizzi di Chrome, Mozilla Firefox o di qualsiasi altro browser, dovrebbe comparire il pannello di amministrazione del router, con la richiesta di inserire Username e Password. Qualora ciò non avvenga, significa che il server DHCP non attribuisce in modo corretto un indirizzo IP alla scheda di rete o molto più probabilmente, l’interfaccia di rete sta impiegando un IP statico che non si trova nell’intervallo impostato sul router.

Per risolvere il problema bisogna premere Windows + R, per poi digitare ncpa.cpl ed in seguito premere il tasto Invio. Viene in questo modo aperta la finestra Connessioni di rete del Pannello di controllo.

Bisogna quindi fare click con il tasto destro del mouse sulla connessione di rete utilizzata e selezionare Proprietà dal menu che viene mostrato. Nella finestra Proprietà bisogna selezionare Protocollo Internet versione 4 e premere il pulsante Proprietà.

Nella finestra che si apre bisogna selezionare le opzioni disponibili, Ottieni automaticamente un indirizzo IP Ottieni indirizzo server DNS automaticamente.

Una volta ultimato l’intervento, dal prompt dei comandi bisognerà digitare nuovamente i seguenti comandi.

ipconfig /release
ipconfig /renew

A questo punto il computer dovrebbe ottenere l’indirizzo IP dal router e potersi collegare alla rete.

Modificare i server DNS

Nel caso in cui il problema non si risolva, possiamo provare a modificare i server DNS.
Come prima cosa è necessario accedere alle proprietà della scheda di rete seguendo la procedura spiegata in precedenza.

A questo punto è possibile disattivare la casella Protocollo Internet versione 6 e abilitare l’opzione Protocollo Internet versione 4. Selezionare quindi Protocollo Internet versione 4 e premere il pulsante Proprietà.

Attivare l’opzione Utilizza i seguenti indirizzi server DNS e impostare i server DNS di Google, 8.8.4.4 e 8.8.8.8, all’interno delle caselle sottostanti.

Una volta ultimato l’intervento, dal prompt dei comandi bisognerà digitare nuovamente i seguenti comandi.

ipconfig /release
ipconfig /renew

A questo punto il computer utilizzerà i DNS di Google per la risoluzione dei nomi di dominio.

Reimpostare rete

Nel caso in cui tutti i tentativi eseguiti non abbiano dato i risultati sperati, è possibile tentare la reimpostazione dello stack TCP/IP di Windows.

Bisogna aprire il prompt dei comandi con i privilegi di admin e digitare i seguenti comandi seguiti da Invio.

netsh winsock reset catalog
netsh int ipv4 reset reset.log
netsh int ipv6 reset reset.log

In Windows 10 la stessa operazione può essere eseguita accedendo a Impostazioni e poi a Rete e Internet.

Basta accedere a Stato, tramite il menu presente nella parte sinistra della pagina, e cliccare su Ripristino della rete.

Reinstallare scheda di rete

Se nemmeno in questo modo viene risolto il problema, è possibile provare a reinstallare la scheda di rete.
Per iniziare, è necessario disinstallare la scheda accedendo a Gestione dispositivi di Windows. Per accedere a Gestione dispositivi basta premere Windows+R, digitare il comando devmgmt.msc e Invio.

All’interno della sezione Schede di rete, bisogna fare click con il tasto destro del mouse sulla scheda di rete utilizzata per la connessione e selezionare l’opzione Disinstalla dal menu che viene visualizzato.

Dopo il riavvio del sistema, Windows provvederà a reinstallare la scheda di rete in modo automatico.

Altre configurazioni scheda di rete

In alcuni casi il problema è dovuto a configurazioni particolari della scheda di rete.
Una cosa da verificare è che il risparmio energetico non sia attivo.

Per fare questo, bisogna accedere a Gestione dispositivi, seguendo la procedura indicata in precedenza, selezionare la scheda di rete, fare click con il tasto destro del mouse e selezionare Proprietà dal menu che viene mostrato.

Nella finestra Proprietà, bisogna accedere alla scheda Risparmio energia e procedere con la disattivazione dell’opzione Consenti al computer di spegnere il dispositivo per risparmiare energia.

Un’altra opzione da verificare si trova nella scheda Avanzate della finestra Proprietà della scheda di rete. Bisogna selezionare Speed and Duplex dal menu e impostare 100 Mbps half duplex come valore. Per concludere, procedere con il riavvio del Pc.

 

Eseguendo queste operazioni dovrebbe essere possibile risolvere l’errore Rete non identificata e connettersi in modo corretto alla rete.

Come Annullare una Stampa in Corso Bloccata

In questa guida spieghiamo come annullare una stampa in corso bloccata.

Quando la stampante non stampa correttamente, il più delle volte è per via del blocco del processo di stampa che lascia in coda dei vecchi documenti impedendo la stampa dei nuovi. La mancata stampa può essere dovuta anche ad un errore sul documento che doveva essere stampato o anche da un blocco derivante dai click ripetuti sul comando di stampa.

Come risulta essere facilmente intuibile, infatti, il processo di stampa acquisisce il comando di stampa impartito dall’utente per poi procedere all’operazione stampando un file per volta, lasciando in coda quelli successivi. Pertanto, nel caso in cui per la fretta si prema il comando stampa diverse volte senza aspettare che il file venga elaborato correttamente e prima che la stampante si azioni per procedere alla stampa, questa può incorrere in un blocco oppure finire per stampare il medesimo documento diverse volte con conseguente spreco di inchiostro e fogli.

Molti erroneamente credono che per risolvere il blocco della stampa sia sufficiente spegnere la stampante e riaccenderla, in realtà le cose non stanno così, visto che anche spegnendo la stampante, la coda di stampa rimane in memoria. Vediamo dunque come risolvere il blocco di stampa o annullare una richiesta di stampa inoltrata al Pc per errore e cancellare i documenti in coda, la cosiddetta coda di stampa.

La coda di stampa è l’elenco di documenti che è possibile visualizzare facendo click con il tasto sinistro del mouse sull’icona della stampante, che si trova in basso vicino all’orologio. Nella coda di stampa troviamo i file che non sono ancora stati elaborati e di conseguenza non ancora stampati.

I modi per rimuovere le stampe bloccate o in attesa sono essenzialmente due, vediamoli di seguito.

Il primo consiste nel cliccare con il tasto destro del mouse su uno dei file per poi selezionare la voce Elimina dal menu che compare.

In alternativa è possibile seguire un percorso più lungo ed elaborato accedendo a Dispositivi e Stampanti nel Pannello di Controllo di Windows per poi premere con il tasto destro del mouse sull’icona della stampante ed in seguito su Visualizza stampa in corso per visualizzare la coda di stampa.

Dalla finestra della coda di stampa, è anche possibile cliccare su uno spazio vuoto con il tasto destro del mouse e poi selezionare la voce Elimina tutti i documenti.

In alcuni casi, però, potrebbe succedere che il file non sparisca e resti in coda anche selezionando elimina, a causa di un errore nel processo di stampa, che prende il nome di spooler di stampa. Di conseguenza il riavvio dello spooler di stampa è il primo passo da compiere per risolvere errori di stampe bloccate, al fine di annullare i documenti che si trovano in attesa di stampa e liberare la coda di stampa.

Per procedere manualmente con l’interruzione del servizio Spooler di stampa e la rimozione della cache temporanea che Windows adopera per i lavori della stampante è necessario accedere a Servizi di Windows. Per fare questo basta digitare services.msc nel nodulo di ricerca di Windows e premere invio.

Nel riquadro collocato sulla destra della finestra Servizi, bisogna individuare Spooler di stampa e fare doppio click in modo da aprire la finestra Proprietà.

Una volta fatto questo, nella scheda Generale, bisogna cliccare sul pulsante Interrompi.

Una volta eseguito questo passaggio, senza procedere con la chiusura della finestra, aprire Esplora Risorse e accedere alla cartella %windir%\System32\spool\PRINTERS, che al suo interno presenta i file in coda di stampa cancellabili in modo manuale.

Dopo avere provveduto a svuotare l’intera cartella, è possibile procedere con il riavvio dello spooler di stampa premendo il tasto Avvia che si trova nella scheda Generale del servizio.

Per velocizzare e automatizzare la suddetta procedura, è possibile anche creare un file batch.

Premere dunque sullo spazio vuoto del desktop e creare un nuovo documento in cui bisogna inserire il seguente contenuto.

net stop spooler
del /Q /F /S “%windir%\System32\spool\PRINTERS\*.*”
net start spooler

Una volta fatto ciò, bisogna salvare il file nominandolo annulla_stampa.bat, selezionando Salva come tutti i file nel menu File di Blocco Note.

Una volta compiuta questa operazione, per perseguire il medesimo scopo della procedura appena descritta e rimuovere tutti i file che si trovavano in coda per essere stampati, bisognerà cliccare con il tasto destro del mouse sul file annulla_stampa.bat ed eseguirlo come amministratore.

Annullare una stampa bloccata risulta essere quindi un’operazione piuttosto semplice e veloce.

Migliori Righelli Online per Misurare

In questa guida segnaliamo i migliori righelli online per misurare.

Se devi misurare un oggetto e non hai idea di come fare, non ti preoccupare perché, per compiere questa operazione, non sarai costretto a cercare un righello per casa o a uscire per comprarlo. Se ti stai chiedendo il motivo, la risposta è molto semplice, Internet ti permette di misurare qualsiasi oggetto grazie allo schermo del tuo computer. Grazie ai servizi offerti dai siti specializzati, potrai infatti contare sulla presenza di righelli online per potere misurare qualsiasi cosa tu voglia, certo, la precisione non sarà assoluta, ma la comodità è assicurata. Vediamo dunque quali sono i migliori siti di righelli online, suddivisi in base alla tipologia di misurazione.

Righelli Online Basati sulla Misurazione per Pixel

I siti di righelli online più affidabili sono quelli basati sulla misurazione dei pixel per pollice dello schermo.

Da questo punto di vista, il migliore in assoluto è Actual Size Ruler. Grazie a questo sito, avrai la possibilità di ottenere una misurazione sia in millimetri e in centimetri che in pollici, semplicemente avvicinando l’oggetto che intendi misurare al tuo monitor. Si tratta della soluzione più indicata, perché non dovendo ricalibrare nulla avrai a tua disposizione un righello virtuale estremamente preciso. L’unica cosa da fare è specificare i pixel per pollice del proprio monitor nel menu presente nella pagina.

Righelli Online Basati sul Confronto con Altri Oggetti

I servizi di righelli online basati sul confronto con altri oggetti ti mettono a disposizione un righello virtuale fisso, che tu dovrai poi ricalibrare in base alle dimensioni di un oggetto dalle dimensioni precise. In questo modo potrai ottenere una misurazione approssimativamente corretta, ma non del tutto affidabile.

Puoi sfruttare questo sistema utilizzando siti di righelli online come LifeSizer Online Ruler, che ti consentono di calibrare il tuo righello virtuale confrontandolo con oggetti come carte di credito o fogli di carta, per poterlo utilizzare dovrai perdere qualche minuto seguendo le istruzioni fornite dal sito, potendo però contare su una misurazione non solo in centimetri, ma anche in millimetri. Anche se, è il caso di ripeterlo, la misurazione non è completamente precisa.

Simile al precedente è il servizio offerto da Ruleronline. Anche in questo caso il righello deve infatti essere calibrato utilizzando uno degli oggetti supportati dal sito, tra cui troviamo carte di credito e fogli di carta.

Righelli Online Basati sulla Dimensione in Pollici del Proprio Monitor

L’ultima tipologia di righelli online che vedremo oggi è quella che prevede la misurazione degli oggetti attraverso righelli adattati alle dimensioni dello schermo del tuo computer. In pratica, l’unica cosa che dovrai fare sarà calibrare il tuo righello indicando la dimensioni in pollici del tuo monitor, che dovrai ovviamente conoscere. Da questo punto di vista, i servizi che ti offrono questa possibilità sono davvero numerosi.

PiliApp Online Ruler è un ottimo servizio per misurare gli oggetti con un righello online che viene calibrato in base alle dimensioni in pollici del tuo monitor. Per utilizzarlo, ti basterà selezionare la misura del tuo schermo direttamente dal menu a tendina della home page. Anche in questo caso, però, la precisione non è garantita in modo completo.

Molto interessante è anche iRuler, una valida alternativa al sito precedente. Utilizzando questo servizio potrai contare anche sul rilevamento automatico delle dimensioni in pollici del tuo monitor, dunque non dovrai nemmeno informarti per conto tuo. Nel caso in cuila rilevazione automatica non dovesse funzionare correttamente, potrai comunque calibrare il righello in modalità manuale, per avere un risultato come sempre non precisissimo, ma abbastanza affidabile.

Simile è il funzionamento di Preciseruler. Anche questo strumento è gratis e non richiede la registrazione. L’unica cosa da fare è indicare la dimensione in pollici del proprio monitor tramite il menu presente nella pagina.

Righelli da Stampare Gratis

Una soluzione diversa è rappresentata dai righelli da stampare.
In questo caso non si ha un servizio online, ma un righello che deve essere stampato su carta e utilizzato poi per effettuare le misurazioni.

Tra i migliori siti che mettono a disposizione righelli da stampare segnaliamo Printable-rulers. Il sito offre diversi modelli di righelli, in formati differenti, che possono essere stampati in  modo semplice e veloce.

Conclusioni

Nel caso tu non abbia esigenze particolari, righelli online come iRuler sono l’ideale per misurare velocemente un oggetto sfruttando la calibrazione automatica in base alle dimensioni in pollici del tuo monitor. Se invece necessiti di un servizio estremamente preciso, allora dovrai necessariamente utilizzare Actual Size Ruler, che ti consente di sfruttare una grande precisione in quanto la misurazione avviene pixel per pollice.