Configurazione Router ADSL Alice, Infostrata, Tiscali, Teletu e Fastweb – Guida

Molte persone credono che per navigare su Internet sia necessario possedere un router o un modem fornito dalla stessa compagnia telefonica che fornisce il servizio di connessione alla rete, questo è falso visto che ogni router, potenzialmente, può consentire di connettersi a qualsiasi rete ADSL. Tutto quello che si deve fare è effettuare una corretta configurazione del router, configurazione che varia a seconda del provider che si utilizza tra Alice, Infostrada, Teletu, Tiscali o Fastweb.

Abbiamo detto che potenzialmente ogni router permette di navigare su qualsiasi rete ADSL, questo è però vero solamente nel momento in cui possediamo router unbrand, ovvero senza il marchio di un operatore di telefonia. Succede infatti che i router che forniscono i vari operatori possiedono un firmware, il programma che permette loro di operare, modificato rispetto quelli senza marchio e che non consente di cambiare i parametri di configurazione per usare quello stesso apparecchio in altre reti. Quindi, quando acquistate un router, dato che costano uguale, compratene uno senza marchio di unoperatore telefonico così, nel momento in cui decideste di cambiare ISP, potrete farlo senza dovere comprare un nuovo dispositivo.

configurazione router

Tornando all’oggetto della nostra guida, iniziamo con il dire che per configurare correttamente i parametri del router ADSL per Alice, Infostrada, Teletu, Tiscali o Fastweb si deve prima di tutto accedere all’interfaccia web del dispositivo. Per fare questo si collega il router alla presa di corrente e si collega lo stesso al PC via cavo Ethernet. Quindi si apre un browser a scelta e si digita l’indirizzo IP del router nella barra degli indirizzi. Quando il dispositivo risponde, è poi necessario inserire il nome utente e la password di accesso al sistema. L’operazione, relativamente facile, si complica per il fatto che ogni costruttore di router imposta un differente indirizzo IP, nome utente e password di default. Per scoprire questi dati potete comodamente fare riferimento alla lista che vi forniamo e che vi aiuterà a individuare i giusti parametri di accesso al router. Qualora il vostro dispositivo non fosse presente, dovrete fare delle ricerche online, fino a trovare i parametri corretti.

MARCA INDIRIZZO USERNAME PASSWORD
Alice 192.168.1.1 nessuna nessuna
ASUS 192.168.1.1 admin admin
Atlantis Land 192.168.1.254 admin atlantis
Belkin 192.168.2.1 nessuna nessuna
Buffalo 192.168.11.1 root nessuna
Digicom 192.168.1.254 nessuna admin
D-Link 192.168.1.1 admin admin
FRITZ! 192.168.178.1 nessuna nessuna
Linksys 192.168.1.1 admin admin
Netgear 192.168.0.1 admin password
Nilox 192.168.1.1 Admin Admin
Sitecom 192.168.0.1 admin admin
TP-LINK 192.168.1.1 admin admin
Zyxel 192.168.1.1 nessuna 1234
3Com 192.168.1.1 nessuna admin

Una volta entrati nel router ,si deve solamente modificare i parametri con quelli che vi avrà fornito il nuovo provider, seguendo i suggerimenti che ora vi indicheremo.

Cercate, all’interno delle impostazioni del router, la sezione Setup o Configurazione o insomma la sezione che permette di modificare il settaggio del prodotto, quindi impostate la vostra connessione Alice, Telecom, Infostrada, Wind, Teletu, Tiscali o Fastweb come segue:

ALICE INFOSTRADA TELETU TISCALI FASTWEB
VPI 8 8 8 8 8
VCI 35 35 35 35 36
Incapsulamento LLC (altrimenti VCMUX/NULL) LLC (altrimenti VCMUX/NULL) LLC (altrimenti VCMUX/NULL)  VCMUX/NULL LLC
Protocollo PPPoE (altrimenti PPPoA)  PPPoE (altrimenti PPPoA) PPPoE (altrimenti PPPoA) PPPoA IPoE (RFC 2684 Bridged) altrimenti RFC 1483 Bridged
Modulazione  Multimode  Multimode Multimode Multimode Multimode oppure Auto
Username aliceadsl benvenuto Quella comunicata  Quella comunicata Nessuna
Password  aliceadsl ospite Quella comunicata  Quella comunicata Nessuna
Note  DNS automatici  DNS automatici DNS automatici, protocollo di autenticazione PAP o CHAP DNS automatici DNS automatici; la voce indicata per il protocollo può cambiare a seconda del router, come scritto al sesto punto di questo file, ma si tratta sempre di un indirizzo IP dinamico

Quelli qui riportati sono i parametri essenziali che permettono a un qualsiasi router di accedere alle principali reti ADSL. Tuttavia, per fare in modo che i nostri dispositivi di casa possano poi collegarsi al router dovremo configurare questo ultimo in modo adeguato.

In teoria, il router dovrebbe avere già attivato per default il DHCP, ovvero un sistema che permette di fornire un indirizzo IP in modo automatico  ogni nuovo apparato che andrà a collegarsi, in modo da evitare conflitti. Tuttavia, se così non fosse, va abilitato, sempre che non preferiate avere una rete domestica in cui bisogna assegnare gli indirizzi IP in modo manuale, impostando a ogni dispositivo un indirizzo IP statico.

Infine non resta che salvare la configurazione che si è data al router e dovreste essere in grado di navigare tranquillamente in rete.

Configurare un router risulta essere quindi un’operazione molto semplice e veloce.

Come Scrivere su un PDF – Programmi Gratis e Siti Online

Sicuramente vi sarà capitato di avere la necessità di scrivere su un PDF e di non sapere come fare, molti moduli online infatti sono infatti disponibili in formato PDF ma non sono compilabili. Se vogliamo mantenere inalterata la formattazione del modulo e non perdere ore a copiare e ricreare lo stesso in Word, avremo bisogno di un programma per la scrittura su PDF.

Una soluzione utilizzata da molti utenti consiste nel convertire i documenti da PDF a Word, in modo da ottenere un file compilabile. Questa soluzione non è però la migliore, non è detto nella conversione la formattazione si mantenga inalterata, anzi è probabile che il documento ottenuto presenti differenze importanti con quello originale.

Vediamo quindi quali sono i migliori programmi gratis e siti online per scrivere sui file PDF. In questa guida non parleremo quindi di strumenti per modificare PDF in modo completo, ma solamente di applicazioni che permettono di inserire testo all’interno di documenti di questo tipo.

Se possedete una connessione Internet e volete scrivere su PDF, potete collegarvi a PDF Escape. Si tratta di uno strumento online che permette di aggiungere testo ai PDF senza installare nulla nel vostro PC. Una volta connessi al sito, fate clic su Edit your PDF Now e poi su Continue to PDF Escape. Potrete scegliere di creare da zero un nuovo PDF oppure di caricare un file dal vostro PC o di caricarlo da URL o ancora di modificare un PDF già in precedenza caricato dal sito. Dopo avere selezionato l’opzione corretta e aperto il file, il programma proporrà varie opzioni. Con Insert si potrà scrivere su PDF, ovvero aggiungere testo al PDF, aggiungere immagini, aggiungere link e via dicendo. Con Annotate si pososno creare delle note all’interno deo evidenziare parti di testo del PDF. Con Page, infine, si può modificare la struttura, eseguendo operazioni come ruotare, cancellare o ritagliare il documento. Unico limite è la dimensione del file PDF che è possibile caricare, questo non dovrà superare i 10BM e le 100 pagine.

come scrivere su pdf

Strumento online simile a PDF Escape è PDF Buddy. Il programma si caratterizza per essere molto intuitivo e semplice. Dovrete trascinare il vostro file PDF nell’area che indica Drag your PDF here o selezionarlo con Choose PDF to Edit. Quindi si aprirà un editor molto semplice da usare e cliccando prima su Text e poi sul documento, nel punto dove volete inserire del testo, si aprirà l’apposito riquadro. Troverete la possibilità di formattare a piacimento il nuovo testo così come molte altre opzioni che vanno dalla scrittura a mano libera su PDF, evidenziazione di parti di testo, inserimento di una immagine e via dicendo. Infine vi verrà chiesto di registrarvi, gratuitamente, per scaricare il file PDF modificato.

scrivere pdf

Anche Adobe Reader, il programma per leggere PDF creato da Adobe, la stessa azienda che ha creato il formato PDF, permette di inserire testo, senza dovere scaricare altri programmi sul PC. Aprite il documento e quindi selezionate la terza icona con foglio e penna in alto a sinistra, denominata Firmare, aggiungere del testo o inviare il documento per la firma. Sarà visualizzata una finestra a lato del documento che permetterà di aggiungere del testo, aggiungere un segno di spunta, aggiungere una firma o aggiungere iniziali. Basta selezionare l’opzione desiderata e fare clic sul documento per scrivere su PDF. Il testo inserito potrà essere formattato a piacimento usando la casella strumenti di formattazione testo presente in alto. Una volta terminato, è possibile salvare le  modifiche effettuate.

come scrivere su file pdf

Altro sito per scrivere su PDF è PDF Filler, il quale permette, in più rispetto PDF Escape e PDF Buddy, di caricare il file anche da servizi cloud storage, potendo scegliere tra Dropbox, Google Drive o Box ma anche dal contenuto delle mail di Gmail, Outlook e Yahoo. Anche qui, basta caricare il file e quindi con Text si potrà scrivere sul file PDF oppure si potranno inserire immagini, simboli di spunta, una croce, un cerchio ma anche la firma e la data del giorno. Al termine si conferma l’avvenuta modifica del file con Done e con Save as PDF si può scaricare sul PC il file, non prima di essersi registrati al sito, operazione che comunque è gratuita.

testo pdf

Un’altra soluzione interessante, per chi vuole scrivere sui PDF, è rappresentata da AbleWord, un editor di testo di cui abbiamo già parlato in passato.
Si tratta di un programma gratis disponibile per Windows che offre la possibilità di modificare i documenti PDF in modo molto semplice, questi vengono infatti gestiti come fossero normali documenti di testo.
Come prima cosa bisogna aprire il documento PDF, accedendo al menu File – Open. Una volta fatto questo è possibile inserire il testo semplicemente posizionando il cursore del mouse nel punto in cui si vuole intervenire.
Nei nostri test si è dimostrato lo strumento migliore per modificare i file PDF, la formattazione viene mantenuta in modo preciso e il contenuto può essere modificato in modo completo.

programmi gratis per modificare pdf

Nitro Reader è un lettore PDF che abbiamo già segnalato in un altro articolo.
Tra le funzionalità aggiuntive dell’applicazione, troviamo la possibilità di scrivere sui PDF, impostando tipo di carattere, dimensione e allineamento, evidenziare, sottolineare e aggiungere note.
Sono poi disponibili alcune opzioni aggiuntive interessanti come la possibilità di convertire il contenuto dei file PDF in testo e di estrarre le immagini.

programmi per modificare pdf

PDFedit è un software gratis per scrivere sui file PDF disponibile per Windows.
L’interfaccia non è particolarmente curata e le funzionalità sono piuttosto limitate.
Risulta essere possibile aggiungere testo, inserire note, aggiungere e cancellare immagini.

modifica pdf

Scrivere sui file PDF e compilare i documenti in questo formato risulta essere quindi un’operazione molto semplice. I programmi gratis e i siti online che permettono di fare questo sono infatti numerosi.

Chiavetta USB non Rilevata – Soluzioni

A tutti sarà successo qualche volta di essersi imbattuti in un problema di chiavetta usb non rilevata, situazioni in cui la chiavetta collegatta al computer non viene riconosciuta e non funziona. Le motivazioni che causano la mancata lettura di una chiavetta USB possono essere varie e possono essere imputabili sia alla chiavetta stessa che al PC.

Infatti la causa del malfunzionamento di lettura potrebbe essere un errore di partizione del disco esterno, un errore di driver corrotti o non funzionanti, un file system non compatibile oppure anche il fatto che la penna USB è semplicemente rotta e deve essere cambiata.

chiavetta usb non rilevata

In ogni caso vediamo di analizzare i casi più comuni che possono determinare una chiavetta USB non rilevata al fine di trovare una soluzione a questi. La prima e più semplice operazione che si può svolgere, nel caso in cui la chiavetta USB non venga riconosciuta, è quello di cambiare la porta USB a cui è collegata, se l’errore fosse dovuto alla singola porta in questo modo viene superato.

Se la chiavetta USB, invece, non viene letta da nessuna delle porte del PC, allora bisogna comprendere se il problema risiede nel computer o nella chiavetta. Per fare questo, la chiavetta va collegata a un altro PC. Se su questo funzion, evidentemente il problema è nel PC, diversamente il problema sarà nella chiavetta.

Nel caso il problema sia nel PC, si può provare a spegnere e riaccendere Windows per comprendere se qualche errore di sistema bloccava la lettura della chiavetta. Se al riavvio ancora il PC non legge la chiavetta, è necessario avviare Gestione Dispositivi. Il modo più semplice per avviare questo strumento consiste nell’accedere alla ricerca di Windows, digitare devmgmt.msc e premere invio. Si apre così una finestra in cui sono mostrate tutte le periferiche collegate al computer.

gestione dispositivi

Trattandosi di un problema USB, è necessario individuare nella categoria Controller USB la voce Controller host standard avanzato o similare. Tenete in considerazione, infatti, che tra una versione e l’altra controller installato nel singolo PC i nomi possono leggermente variare. Ora, con il tasto destro del mouse, bisogna fare clic sulla voce indicata in precedenza e selezionare Rileva modifiche hardware, in modo da avviare la procedura per reinstallare il driver. Se siete più esperti, aprendo Controller Host, potrete visualizzare quali siano i problemi rilevati per la porta e disinstallare manualmente il driver cliccando su Disinstalla. Al riavvio del computer, Windows dovrebbe dare avvio alla procedura di ricerca e installazione automatica del driver.

Nel caso in cui il problema non venisse risolto con questa procedura, la causa potrebbe essere da individuare nelle opzioni di risparmio energetico. Qualora sia impostata la modalità risparmio energia, il PC disattiverà le porte USB non utilizzate e, a causa di un malfunzionamento, potrebbe non riattivarle quando inserite la chiavetta USB. In questo caso basterà disattivare il risparmio energetico. La procedura da seguire è semplice.
-Aprire il Pannello di Controllo di Windows.
-Accedere a Hardware e Suoni.
-Cliccare su Opzioni risparmio energia.
-Cliccare su Modifica impostazioni combinazioni, vicino alla combinazione per il risparmio di energia utilizzata.

chiavetta usb non funziona-Viene aperta la finestra per modificare le impostazioni. Cliccare su Cambia impostazioni avanzate risparmio energia.
-Viene aperta la finestra Opzioni risparmio energia. Espandere la voce Impostazioni USB.
-Espandere la voce Impostazione sospensione selettiva USB e disabiliatare l’opzione.

usb non funziona computer
-Cliccare Ok.

Qualora il sistema non riconosca il dispositivo USB, potrebbero essere presenti errori nella partizione del disco esterno. Per verificare è possibile utilizzare Gestione Disco.

Per aprire Gestione Disco in Windows 8 bisogna eseguire le seguenti operazioni.
-Aprire il Pannello di Controllo.
-Accedere a Sistema e sicurezza.
partizionare
-Cliccare su Strumenti di amministrazione.
partizionare windows
-Fare doppio click su Gestione computer.
-Cliccare su Gestione disco nel menu di sinistra.
partizionare disco

L’interfaccia è piuttosto semplice, troviamo una finestra divisa in due parti.
Nella parte alta viene mostrata una lista delle partizioni mentre nella parte bassa è presente una rappresentazione grafica dei dischi collegati al computer.

Se l’unità USB non viene visualizzata in Gestione disco, anche provando a collegarlo a altre porte e su altri computer, allora il drive esterno può essere danneggiato.
Se invece il disco viene visualizzato ma lo spazio risulta essere non allecato, significa che non è stato partizionato.
Se l’unità è partizionata e non risulta essere visibile, bisogna verificare di avee impostato una lettera di unità in modo da potervi accedere dal sistema operativo. Per fare questo basta cliccare col tasto destro sulla partizione del disco rimovibile e scegliere la lettera da associare sul computer.