Migliori Programmi per Mixare

In questa guida proponiamo una lista dei migliori programmi per mixare, corredata da una breve descrizione su tipologia e funzionamento.

Della maggioranza di questi programmi è possibile usufruire gratis, alcuni sono versioni limitate di programmi a pagamento, ma tutti consentono di raggiungere eccellenti risultati in ambito musicale.
Inoltre questi programmi sono piuttosto semplici da usare e anche i meno esperti, pertanto, non dovrebbero incontrare nessuna difficoltà.

Audacity è considerato da molti il migliore programma per mixare gratis tra tutti quelli disponibili in rete.
In effetti si tratta di un ottimo strumento, molto vicino, in quanto a prestazioni, a quelli di tipo professionale.
In più Audacity supporta tutti i formati di file audio principali, come MP3, WAV e OGG, e consente anche di personalizzare le tracce.
Il programma consente di lavorare su più tracce in contemporanea e di mixare musica in modo piuttosto veloce e facile grazie all’aiuto offerto dall’interfaccia grafica. Tra le altre funzionalità segnaliamo la possibilità di importare audio da file video, applicare effetti speciali, tagliare e unire le tracce audio.
Il limite è da individuare nella pesantezza, caratteristica che non rende l’applicazione adatta ai computer meno potenti.

mixare

Mixxx è sicuramente uno dei migliori programmi per mixare musica che la rete possa offrire, del tutto gratuito.
Programma estremamente flessibile, anche grazie alla possibilità di personalizzarlo con skin, di solito permette di non incontrare alcuna difficoltà nella realizzazione di mix musicali e nel lavoro con la musica digitale in genere.
Mixxx è collegabile con tutti i sistemi di riproduzione audio più diffusi e supporta la maggioranza dei formati file audio.
Il programma è disponibile per Windows, Mac e Linux.

mixare-gratis

Deckadance è un altro programma per mixare molto interessante. Esso consente inoltre di interagire con quasi tutti i controller MIDI e i sistemi sia in vinile che su CD attualmente disponibili sul mercato.
L’interfaccia del programma è molto curata, simile alle console professionali che usano i Dj.
Deckadance è a pagamento, però si può usufruire, per Windows e Mac, di una sua versione demo gratuita con la quale si possono provare tutte le funzionalità del sistema.
Tuttavia in tutto questo c’è un piccolo limite, vengono inseriti cinque secondi di silenzio ogni tre minuti.

deckadance

Kristal Audio Engine è uno strumento molto completo. Con Kristal Audio Engine si può lavorare con 16 tracce in contemporanea, si possono fare downmix e si possono gestire i principali formati di file audio, come AIFF, FLAC e OGG. Le numerose funzionalità di cui dispone, rendono il programma più complesso da utilizzare, almeno all’inizio. Da segnalare invece che, nonostante sia uno strumento molto completo, l’applicazione risulta essere piuttosto leggere. Il programma in questo caso è disponibile solo per Windows.

programmi-per-mixare-gratis

MixMeister Express è un programma abbastanza avanzato, che permette davvero di sbizzarrirsi con la musica divertendosi. Tra le funzionalità segnaliamo la possibilità di allungare le canzoni, cambiarne il ritmo e aggiungere effetti speciali. Purtroppo  il programma non è gratuito ma a pagamento, tuttavia, se volete, potete disporre della versione di prova gratuita, che però inserisce la pubblicità nel file esportato. Il programma è disponibile per Windows e Mac.

programmi-gratis-per-mixare

Virtual Dj Free è in realtà la versione gratuita di un programma a pagamento, la quale, anche se non include tutte le funzioni di questo, consente lo stesso di mixare musica con risultati che possiamo dire professionali. Virtual Dj Free ha mixer, equalizzatori, permette di creare Cd musicali e molto altro ancora.
Come accennato, questa versione del programma è completamente gratuita e risulta essere disponibile per Windows e Mac. L’applicazione è disponibile in italiano e in rete sono presenti numerose guide che rendono l’utilizzo piuttosto semplice.

virtual-dj

Anche Ultramixer 2 Free Edition è la versione gratis di un programma a pagamento piuttosto conosciuto.
La versione gratuite ha diversi limiti relativamente alle funzionalità disponibili, ma rappresenta comunque una soluzione interessante.
L’interfaccia è molto semplice da utilizzare, se si desidera registrare i propri mix, è però necessario passare alla versione a pagamento.

ultramixer

Come potete vedere, la rete abbonda di programmi per mixare musica efficaci, divertenti e, in maggioranza, anche gratuiti, perfetti per gli appassionati che vogliano divertirsi con i loro brani preferiti.
In generale, tenete presente che i programmi a pagamento sono quelli che possiedono tutte le funzioni più avanzate, che è impossibile trovare in modo completo anche nei programmi gratuiti, tuttavia ciò non significa affatto che questi siano scadenti o poco fruibili, anzi, presentano spesso una facilità di utilizzo, pur con risultati ottimali dal punto di vista musicale, che li rende adatti più o meno a tutti, compresi i meno esperti.

Insomma, la scelta, sia per Dj esperti che per semplici appassionati, è davvero vasta e invitante, a voi scegliere il programma per mixare più adatto per le vostre esigenze.

Migliori Alternative a Office Gratis

In questa guida mettiamo a disposizione una lista delle migliori alternative a Office gratis.

L’abbonamento a Office365 è perfetto per creare e modificare documenti Microsoft Office, ma ovviamente la sua sottoscrizione comporta una certa cifra da spendere che, per diverse ragioni, si preferirebbe evitare di sborsare.
Il periodo di forte crisi economica che stiamo vivendo costringe tutti a ridimensionare le spese, comprese quelle relative al Pc e a ciò che con esso possiamo fare.
A questo punto quindi la domanda è se esistono alternative a Office possibilmente gratuite, del tutto o almeno in parte.

Ebbene, per fortuna la risposta è positiva e le possibilità sono davvero molte e, praticamente in ogni caso, di buona qualità.
Se volete sapere quali sono, non dovete fare altro che continuare a leggere, perché le trovate tutte elencate di seguito.

LibreOffice sta ottenendo un grande successo. Gestito dalla Document Foundation, è derivato da OpenOffice. Libreoffice è una suite da ufficio completa, del tutto gratis e open source.
La maggioranza degli strumenti disponibili in Office trovano un’alternativa valida in LibreOffice, che quindi comprende editor di scrittura testi, foglio di calcolo, editor per la composizione di grafici e molto altro ancora.
Oltre a supportare tutti i formati open, LibreOffice consente anche l’esportazione diretta dei documenti in formato PDF. Ottima anche la compatibilità con i formati utilizzati da Microsoft Office. I documenti di base non presentano problemi e il programma riesce anche a gestire alcuni documenti piuttosto complessi creati con Microsoft Office. L’interfaccia è molto simile a quella delle versioni passate di Microsoft Office, l’utilizzo risulta essere quindi molto semplice.
Disponibile in oltre 80 lingue e per le più comuni piattaforme, tra cui Windows e Linux, è anche dotato di un visualizzatore per Android.

migliori-alternative-a-office

Molto simile a LibreOffice è OpenOffice, programma gratis e open source.
Come detto in precedenza, LibreOffice deriva infatti proprio da OpenOffice, con cui condivide strumenti e funzionalità.
Tra LibreOffice e OpenOffice c’è in pratica una sola differenza, ovvero che OpenOffice potrebbe risultare più stabile, però è anche vero che, di contro, esso ha rispetto all’altro qualche funzionalità in meno e meno compatibilità con formati proprietari. Ance in questo caso l’interfaccia è molto simile a quella delle versioni passate di Microsoft Office e quindi l’utilizzo è molto semplice per chi ha già utilizzato questo programma.
Il programma è disponibile in molte lingue e compatibile con le più comuni piattaforme come Windows, Mac e Linux.

openoffice

WPS Office è un’alternativa a Office interessante, con pregi e difetti da valutare. I primi sono dovuti al fatto che questo programma permette di creare documenti, presentazioni e fogli di calcolo in modo semplice e risulta essere disponibile per Windows, Mac e Linux. I difetti emergono quando si vanno a utilizzare alcune funzioni avanzate, come l’esportazione in PDF, visto che WPS aggiunge in automatico un watermark oppure visualizza pubblicità. Tutto ciò può essere tuttavia evitato acquistando una licenza.
Andiamo all’altra nota dolente del programma, WPS Office non è disponibile in italiano, però è possibile scaricarlo nelle altre maggiori lingue internazional, comprese Inglese, Francese e Tedesco. Da segnalare l’ottima compatibilità con i formati Office, possono essere letti e modificati senza problemi.
L’interfaccia è simile a quella delle ultime versioni di Office, più moderna rispetto a quella di LibreOffice e OpenOffice.

wps-office

SSuite Office è un’alternativa a Microsoft Office destinata a chi ha un computer non molto recente. L’applicazione è meno completa rispetto a quelle segnalate in precedenza, mette a disposizione un foglio di calcolo e un editor di testi, ma non è in grado di gestire i file in formato OpenXML, come quelli con estensione docx e xlsx. L’interfaccia non è certamente moderna, ma l’utilizzo risulta essere comunque semplice. Da segnalare è la presenza di altri programmi, che potrebbero interessare l’utente, come un client di posta elettronica, un editor di grafica, un browser, un lettore multimediale e un visualizzatore di immagini. Il programma è gratis e risulta essere disponibile per Windows, Mac e Linux.

alternative-office

Kingsoft Office è un’altra alternativa a Office da valutare. I programmi inclusi non sono molti, ma troviamo i tre strumenti principali, cioè un programma per gestire i testi, uno strumento per la gestione di fogli elettronici e un’applicazione per le presentazioni. L’ultimo strumento è sicuramente quello che riesce a gestire meglio l’importazione dei documenti di Office e offre una particolare attenzione per la tutela della privacy tanto da includere la possibilità di proteggere i documenti realizzati con crittografia. Bisogna segnalare l’assenza di un editor vettoriale o di un programma per la gestione di database, ma per un uso personale è una soluzione sicuramente valida. Il programma è disponibile per Windows e Linux.

kingsoft-office

Per adesso abbiamo segnalato alternative a Microsoft Office da installare sul computer, sono però anche disponibili alcune soluzioni online, da utilizzare tramite il browser, che risultano essere valide.

Google Docs consente di creare, modificare e salvare, sia in cloud che in locale, testi scritti, fogli di calcolo, presentazioni e molto altro ancora, grazie alla presenza di editor integrati.
Lo strumento consente inoltre di aprire e modificare documenti in formato Microsoft Office potendo anche salvare eventuali modifiche, oltre che di esportare in formato PDF.  La compatibilità con i documenti creati con Word è molto buona, qualche problema in più si presenta invece in caso di documenti complessi creati con Excel.
Un’altra gradita opportunità offerta dall’applicazione, è quella di potere condividere i documenti direttamente dallo spazio cloud e di permette di apportare modifiche in tempo reale ai collaboratori. Per utilizzare il servizio basta un account Google.

alternative-a-office-gratis

Anche se meno conosciuta di altre soluzioni, Zoho consiste in una vera e propria infrastruttura di servizi, indirizzata soprattutto alle aziende.
Zoho mette comunque gratuitamente a disposizione tre ottimi componenti, ovvero un editor di testi, uno strumento per la gestione di fogli di calcolo e uno per le presentazioni. L’interfaccia risulta essere piuttosto semplice da utilizzare e tra le funzionalità segnaliamo il salvataggio automatico dei documenti.
Anche in questo caso è possibile collaborare in rete con altri utenti.
Se si vuole usare Zoho gratis, basta registrarsi oppure accedere direttamente con il proprio account Google. Bisogna comunque segnalare che la versione gratis presenta alcuni limiti.

zoho

Da segnalare è anche la versione online di Microsoft Office. In questo caso non si tratta di un’alternativa a Office, ma di una versione semplificata del programma da installare sul computer. Lo strumento può essere utilizzato online gratuitamente se si dispone di un account Outlook. Tramite il servizio è possibile creare documenti Office oppure aprire quelli che esistono già da Microsoft OneDrive.

office-online

Come potete vedere le alternative gratuite a Office non mancano di sicuro e spesso offrono anche funzionalità di ottimo livello.

Analizzatore WiFi – Come Trovare il Migliore Canale WiFi

In questa guida spieghiamo come utilizzare un analizzatore WiFi per trovare il migliore canale WiFi per la propria connessione.

Può succedere che i dispositivi perdano facilmente il segnale wireless non a causa delle loro impostazioni, ma per interferenze che si vengono a creare con altre reti presenti nelle vicinanze.
Si tratta di una situazione piuttosto frequente e fastidiosa, ma non difficile da risolvere.
Probabilmente anche tu hai questo tipo di problema e non sai come risolverlo, quindi se vuoi sapere come fare a trovare il canale WiFi migliore, non devi far altro che continuare a leggere, visto che ti spieghiamo tutto noi in questa guida, perfetta anche per i principianti.

Come prima cosa, devi sapere che se ti trovi in una zona dove le reti senza fili sono molte, è molto probabile che si verifichino interferenze responsabili di improvvise cadute di connessione, navigazione lenta, segnale instabile e vari problemi di connettività.

Questo significa che se vuoi tentare di risolvere tutti i fastidiosi problemi sopra elencati, e che probabilmente avrai già sperimentato, non devi fare altro che trovare un canale WiFi migliore.

Il modem router, infatti, per comunicare in modo corretto con i diversi dispositivi presenti, deve necessariamente sfruttare uno dei 13 canali che fanno parte della banda a 2,4 GHz, o in alternativa uno dei 19 canali appartenenti alla banda a 5 GHz. Tuttavia i canali presenti nella banda a 2,4 GHz non sono tutti distanziati l’uno dall’altro, quindi, molto spesso, essi si sovrappongono fra di loro causando i problemi spiegati in precedenza.

Vediamo dunque come trovare il canale WiFi migliore, a seconda del sistema operativo adottato, utilizzando un analizzatore WiFi

Se utilizzi Windows, per trovare i canali utilizzati dalle altre reti wireless, dovrai solo scaricare un semplice programma gratuito, Acrylic WiFi. Dopo che avrai installato il programma, selezionando la voce 2.4GHz APs Channel, o quella chiamata 5GHz APs Channel, potrai vedere quali sono i canali utilizzati dalle diverse reti wireless che si trovano nelle vicinanze e, quindi, potrai anche capire quali sono i canali meno adoperati.

analizzatore-wifi

Se il tuo sistema operativo è Linux, hai due possibilità per scoprire quali sono i canali impiegati dalle altre reti wireless, ovvero installare un analizzatore WiFi come Wifi Radar oppure aprire il terminale e eseguire questo comando

sudo iwlist wlan0 scan | grep numerodelcanale

canale-wifi

Se invece utilizzi un Mac OS X, dovrai solo eseguire questa procedura.
Tieni premuto il tasto Opzione, clicca sul menu WiFi aggiuntivo e poi seleziona Apri Diagnosi Wireless.
Ignora la procedura guida che ti compare davanti e, dal menu Finestra, fai click su Utility.
Ora seleziona la scheda denominata Scansione WiFi e poi clicca su Esegui analisi.

Una volta completata l’operazione, potrai capire con facilità quali sono i canali wireless migliori da utilizzare.

Se hai uno smartphone o un tablet Android, puoi utilizzare una comoda applicazione gratuita chiamata Analizzatore WiFi. Dopo avere installato l’applicazione, sarà automaticamente visualizzato un grafico che mostra i canali wireless che vengono maggiormente utilizzati, più altre informazioni utili.

A questo punto, una volta che avrai capito quale risulta essere il canale wireless libero o meno congestionato, dovrai collegarti all’interfaccia del tuo modem router, recarti nelle impostazioni relative al WiFi e poi modificare il canale utilizzato scegliendo quello individuato prima.

Risulta essere importante sapere che alcuni modem router cambiano in automatico il canale wireless utilizzato, quindi, per non incappare in altri problemi, sarebbe bene fare un controllo ripetendo periodicamente la procedura. In più, sappi che se la situazione nella banda a 2,4 GHz è molto caotica, invece di cambiare in continuazione canale, sarebbe meglio comprare direttamente un modem router dual band, così da avere la possibilità di utilizzare, per quanto possibile, la banda a 5 GHz, che è meno affollata.

Adesso dovresti avere capito alla perfezione come trovare il canale WiFi migliore.
Come ti sarai reso conto da solo, le procedure sopra descritte non hanno nulla di difficile, anzi, si tratta di passaggi semplici e alla portata di tutti, anche di chi ha meno dimestichezza con questi mezzi e con queste procedure.
Anche se non lo hai mai fatto prima, dopo le nostre spiegazioni, chiare e basilari, trovare il canale WiFi migliore sarà per te un’operazione veloce.
Come hai potuto vedere inoltre, la procedura si può attuare con qualsiasi sistema operativo e risulta essere facile in ogni caso.

Non ti resta che provare subito e ti stupirai di quanto sia facile, veloce e soprattutto un’ottima scelta, trovare il migliore canale WiFi per te.